Rimini: pressing per un assessore riminese nella prossima giunta Errani

Rimini: pressing per un assessore riminese nella prossima giunta Errani

Rimini: pressing per un assessore riminese nella prossima giunta Errani

RIMINI - "Parlero' della Giunta, e la faro', solo se i cittadini di questa regione sceglieranno noi, me e il centrosinistra". Il presidente della Regione Vasco Errani, a Rimini per firmare il Dup regionale con i colleghi amministratori del territorio, concede poco o nulla ai cronisti che lo incalzano per sapere quali movimenti nel suo prossimo eventuale esecutivo interesseranno esponenti del territorio (da quasi vent'anni senza una bandierina in viale Aldo Moro).

 

"E' chiaro che Rimini ha tutte le possibilita' e tutte le competenze per contribuire al governo regionale", prosegue Errani senza specificare le possibili deleghe ma ricordando che, in generale,

nella sua nuova Giunta troveranno spazio le quote femminili. "Esiste una questione di correttezza, e di stile: non e' che si gira per la regione e si spandono deleghe a destra e a manca", sorride il governatore che precisa: "Siamo persone corrette che rispettano gli elettori: faremo quello che c'e' da fare nella massima chiarezza".

 

Niente da aggiungere nemmeno al bar 'Spazi' di piazza Cavour, dove Errani si reca in compagnia del segretario provinciale del Pd, Andrea Gnassi, invitando i giornalisti per un drink. Esternazioni ufficiali a parte, il candidato riminese forte per l'Errani-ter rimane targato Pd ed e' Maurizio Melucci, attuale vice sindaco e assessore al Turismo di Rimini. Questo nonostante i rumors che recentemente hanno ipotizzato qualche chance a favore di Carlo Bulletti, vice presidente della Provincia per l'Idv.

 

In vista delle regionali Errani, anche dopo la nuova visita a Rimini, riscontra "un clima di valorizzazione di cio' che abbiamo fatto. Io da questo punto di vista sono molto sereno. Ho scelto di tenermi fuori dal teatrino della politica, delle dichiarazioni e delle smentite alle dichiarazioni".

 

Un "teatrino" che ha investito anche il progetto della metro di costa, con la candidata del Pdl Anna Maria Bernini che ha promesso di eliminare se verra' eletta. Sul Trc Errani ha confermato il carattere di "priorita'": il Comune ha gia' investito 30 milioni di euro, l'accordo nazionale c'e' ("con

Berlusconi", ha chiarito il governatore) ma le risorse aggiuntive non sono ancora arrivate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -