Rimini: prestigioso concerto dedicato a Bach con cembalo e violino

Rimini: prestigioso concerto dedicato a Bach con cembalo e violino

RIMINI - Nell'ambito della rassegna BWV Bach, ciclo di concerti dedicato al Kantor di Lispia che anticipa il cartellone sinfonico della 61° Sagra Musicale Malatestiana di Rimini, sabato 14 agosto alle 21.30 presso il Teatro degli Atti di Rimini (via Cairoli, 40) appuntamento con il duo formato dal bolognese Matteo Messori al cembalo e dal violinista ferrarese Luca Giardini.
Il programma del concerto prevede l'esecuzione delle Sonate per violino e clavicembalo BWV 1017, 1018 e 1019, ultime di un ciclo di sei che Johann Sebastian Bach revisionò due volte a Lispia prima di morire. Tutte, tranne la sesta, sono nella forma della Sonata da chiesa nord-italiana: in quattro movimenti con un tempo lento quasi preludio, un Allegro e un altro tempo lento seguito da un Allegro finale, talvolta in forma di danza. Anche qui, come nelle sonate per viola da gamba e per flauto, in tutti i tempi veloci Bach approfondisce in maniera superlativa le potenzialità della fuga a tre voci per il duo di strumento melodico e clavicembalo.

 

Si tratta quindi di duetti in quanto ad organico, ma di vere e proprie Sonate in trio per la condotta delle parti: un soprano affidato al violino solo, l'altro alla mano destra del clavicembalo, e il basso alla mano sinistra. Di queste sonate, che continuarono ad essere apprezzate anche dopo la morte del compositore, così scriveva il figlio Carl Philipp nel 1774: «I sei Trii per tastiera [e violino] sono fra i migliori lavori del mio caro padre defunto. Benché risalenti a più di cinquant'anni fa, continuano a suonare eccellenti e mi danno molta gioia. Essi contengono alcuni Adagi che nemmeno oggi si potrebbero scrivere in maniera più cantabile».
La raffinatezza interpretativa di Matteo Messori troverà espressione anche nell'esecuzione al clavicembalo dei due Preludio e Fuga BWV 876 e BWV 881, sempre di J. S. Bach, uno nello stile brisé, spezzato e arpeggiato alla maniera del liuto, l'altro tutto suspirationes e arditezze armoniche nel contrasto ritmico fra le sue sezioni.


Matteo Messori è nato a Bologna dove ha studiato Organo e Composizione organistica, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode, e Discipline della Musica. Ha studiato in seguito Clavicembalo alla scuola del rinomato clavicembalista, organista, direttore e cantante Sergio Vartolo, maestro di cappella nella Basilica di San Petronio. Nel 1998 ha vinto il primo premio assoluto al concorso nazionale di clavicembalo "G. Gambi" di Pesaro; è stato insignito di altre onorificenze per la sua attività musicale. Si esibisce da anni come solista di organo e clavicembalo in Italia, Europa e America, nonché in varie formazioni cameristiche e sinfoniche.

 

Importante riconoscimento alla sua attività è stato l'invito a tenere un recital solistico d'organo nella gloriosa Thomaskirche di Lipsia nell'agosto 2004, luogo dove Bach svolse la sua attività di Kantor dal 1723 al 1750 e dove è oggi sepolto. È fondatore e direttore dell'ensemble Cappella Augustana con cui sta realizzando la prima incisione integrale mai realizzata degli opera omnia di Heinrich Schütz (1585-1672) - che prevederà circa 40 CD - commissionatagli dall'etichetta olandese Brilliant Classics. È titolare della cattedra di Organo e Composizione organistica presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Donizetti" di Bergamo dove insegna pure Clavicembalo, Tastiere storiche e Pratica del Basso continuo.


Luca Giardini ha compiuto gli studi di violino moderno a Milano e a Lugano con per poi intraprendere un percorso di approfondimento sulla prassi esecutiva storica del repertorio violinistico dei secoli XVII-XIX, studiando con specialisti quali: Catherine Mackintosh, Monica Huggett, Nicolette Moonen e Peter Hanson a Londra e Anton Steck a Trossingen. Dal 1998, comincia un'ininterrotta collaborazione con il circuito "early music" europeo, che lo porta ad esibirsi nelle grandi sale da concerto di tutto il mondo. Ad oggi vanta numerose collaborazioni in Italia e all'estero con ensemble di rilievo. Suona con concertatori e solisti di chiara fama e ha preso parte alla realizzazione di più di settanta CD per le più note case discografiche. Ha partecipato ad importanti riscoperte discografiche del repertorio Sei-Settecentesco ricevendo pieni consensi dalla critica quali: Grammy Award, Diapason d' Or, Choc de la Musique, 10 Repertoire, Premio Fondazione Cini-Venezia, Premio Abbiati. Dall'anno accademico 2008/2009 è docente di Violino Barocco presso il Conservatorio "Bruno Maderna" di Cesena.  Suona un violino Giorgio Tanningard, Roma 1739.


La prevendita dei biglietti per la rassegna è presso il Teatro Ermete Novelli (via Cappellini, 3, tel. 0541/24152) dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 14. I biglietti per i singoli concerti possono essere acquistati on-line anche sul sito www.vivaticket.it
La biglietteria del Teatro degli Atti apre alle ore 20 solo nel giorno del concerto.
Per informazioni:
Istituzione Musica Teatro Eventi via Gambalunga 27 Rimini tel. 0541.704294 - 704293.
Ufficio Relazioni con il Pubblico piazza Cavour, 39  Rimini tel. 0541.704704

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -