Rimini, primarie. Tiziano Arlotti rende onore al vincitore

Rimini, primarie. Tiziano Arlotti rende onore al vincitore

RIMINI - "Quando ho deciso di candidarmi alle Primarie ho attentamente valutato gli effetti che tale scelta avrebbe potuto produrre. Ho pensato che con la mia candidatura avrei contribuito a rendere meno scontate queste Primarie, a portare più gente a votare, a confrontare e scegliere  su proposte, profili e storie personali originali dei candidati. L'ho fatto per mettere in campo la mia esperienza amministrativa, professionale, umana, le relazioni e il radicamento nella città maturati nei lunghi anni di impegno sociale e amministrativo".

 

E' quanto dichiara Tiziano Arlotti, candidato alle primarie del centrosinistra a Rimini che hanno visto vincitore Andrea Gnassi per meno di 400 voti di scarto.


"Mi sono presentato con la mia storia, con la mia faccia, col sostegno, l'affetto e l'incitamento di tanta gente comune, di tanti amici, di chi ha condiviso con me l'impegno sociale e amministrativo. A loro - dice Arlotti - va il mio ringraziamento, per avermi sostenuto, per essersi spesi con altruismo, con entusiasmo in questa straordinaria avventura. L'altro ringraziamento va a tutti i 6712 elettori che in una gelida giornata hanno deciso di partecipare a queste primarie in un momento in cui la politica non è molto attraente".


"Mi sia permesso un abbraccio speciale ai 2444 votanti che mi hanno scelto. Il poco tempo a disposizione non mi ha permesso di incontrare tutte le realtà e le persone come avrei voluto, ma il mio impegno non finisce qui. Il consenso personalmente mi appaga, ma sono convinto che questo straordinario patrimonio non possa essere disperso".


"Andrea Gnassi - conclude Arlotti - è ora il candidato ufficiale del centrosinistra e lealmente farò parte del suo comitato elettorale contribuendo alle scelte programmatiche ed elettorali. Nella primavera 2011 dovremo affrontare una sfida impegnativa, il cui risultato non è scontato. Servirà il contributo di tutti, una proposta di governo e di prospettiva che sia concreta e coinvolgente, in cui sviluppo e coesione sociale siano i capisaldi. Sarà una sfida impegnativa ma, come in questo caso, varrà la pena lanciarla"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -