Rimini: promettevano falsi posti di lavoro a immigrati, cinque arresti

Rimini: promettevano falsi posti di lavoro a immigrati, cinque arresti

Rimini: promettevano falsi posti di lavoro a immigrati, cinque arresti

RIMINI - Vendevano falsi posti di lavoro a cittadini stranieri. Gli agenti della Squadra Mobile di Ascoli Piceno, in collaborazione con i colleghi delle Questure di Teramo e Rimini, hanno decapitato un'associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, arrestando cinque persone. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, gli stranieri avrebbero pagato fino a 10mila euro ciascuno per arrivare in Italia con l'illusione di un occupazione.

 

Veniva promesso loro un posto in un'azienda ascolana. L'inchiesta, coordinata dal pm di Ascoli Ettore Picardi e scattata in seguito alla denuncia sporta da una vittima, ha consentito di scoprire il coinvolgimento anche di un consulente di un'organizzazione sindacale. Il giro di affare illecito è stato stimato in oltre 120mila euro. Sono state svolte perquisizioni ed ulteriori approfondimenti per verificare se gli indagati abbiano utilizzato altre false aziende per compiere reati analoghi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -