RIMINI - Provincia, Consiglio corregge manovra di bilancio 2007

RIMINI - Provincia, Consiglio corregge manovra di bilancio 2007

RIMINI - Una consistente correzione del bilancio di previsione 2007 e soprattutto del piano triennale degli investimenti 2007-2009 è stata decisa ieri dal Consiglio provinciale, per adempiere agli obblighi del “patto di stabilità” (Legge Finanziaria 2007).


Una manovra dettata dalla necessità di rispettare i parametri ed i vincoli stabiliti dal governo centrale e dal Parlamento per contenere la spesa pubblica che si è tradotta in un “taglio” degli investimenti nel triennio per 46 milioni di euro e nella previsione di nuove entrate, provenienti essenzialmente da ipotetiche alienazioni patrimoniali, per 13 milioni di euro.


Presentando nei dettagli tecnici l’operazione di bilancio, l’assessore delegato Fabrizio Piccioni ha chiarito che essa non comporta l’ “azzeramento” di grandi opere – e dunque il ridimensionamento degli impegni programmatici – quanto piuttosto lo slittamento nel tempo degli oneri di finanziamento.


L’assessore ai Lavori Pubblici, Alberto Rossini, dal canto suo, ha spiegato che la “rimodulazione” contabile non ha coinvolto le opere già in fase di progettazione esecutiva, né quelle cui sono stati destinati contributi regionali o statali e neppure quelle oggetto di accordi di programma fra soggetti diversi.


.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La variazione di bilancio è stata approvata con i soli voti della maggioranza di centro sinistra. Il centro sinistra ed i gruppi di Forza Italia ed An hanno peraltro trovato un comune terreno di convergenza in un ordine del giorno, presentato dal consigliere di Alleanza Nazionale, Claudio Di Lorenzo, e parzialmente emendato dalla maggioranza, che criticava le scelte dell’attuale e dei precedenti esecutivi in tema di rapporti fra governo centrale ed istituzioni locali ed esprimeva “rammarico” ed “ampia preoccupazione” invitando il Governo Prodi “a riconsiderare le scelte della politica economica-finanziaria adottate in materia di Enti locali”. L’ordine del giorno “bipartisan” è stato approvato a larghissima maggioranza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -