RIMINI - Ptcp, Fabbri e Rossini in 'tour' sul territorio provinciale

RIMINI - Ptcp, Fabbri e Rossini in 'tour' sul territorio provinciale

RIMINI - Una mezz’ora radiofonica sul Ptcp. Per spiegare agli ascoltatori di Radio Icaro, sulla quale ogni mercoledì va la trasmissione “Rn La Provincia in radio”, quali siano i capisaldi del piano territoriale di cordinamento territoriale (Ptcp), dello strumento di pianificazione, cioè, attraverso il quale la Provincia assume decisioni fondamentali sul governo del territorio: sia direttamente (mobilità, scuole superiori, tutela ambientale) che collaborando alle scelte urbanistiche dei comuni.


Il presidente ha spiegato che il territorio riminese ha avuto uno sviluppo tumultuoso. “Dobbiamo recuperare armonia”, ha aggiunto, “fermando la quantità e affermando la qualità, puntando sul riuso, sul recupero, sul paesaggio e la sostenibilità”.


Rossini ha detto che l’elaborazione del nuovo Ptcp sarà frutto anche del coordinamento conn i comuni. “Vogliamo affermare la sostenibilità ambientale ma anche quelle economica e sociale”. Poi ha trattato il tema della mobilità: “La corretta mobilità si fa attraverso una corretta pianificazione”, spiegando che Trc, terza corsia e nuova statale potranno essere la soluzione di un deficit strutturale.


Tanto, nei giorni scorsi, ha fatto discutere una frase del presidente Fabbri relativa alla necessità di frenare la crescita demografica. In radio ha voluto argomentare in maniera più diffusa: “Oggi siamo 295.000 abitanti e, in base al trend di crescita saremo 360.000 nel 2025. Non ce lo possiamo permettere. Occorre governare la crescita. Occorre crescere con intelligenza per avere un rapporto giusto tra uomo e territorio. Dobbiamo avere una immigrazione collegata al lavoro e allo studio”.


Alle parole di Giorgio Forlani, presidente del collegio dei costruttori, che sui giornali di oggi diceva che non c’è la bolla speculativa e che i prezzi degli appartamenti di Rimini sono bassi e giusti e che si deve ancora costruire molto, il presidente Fabbri risponde che occorre indirizzare correttamente lo sviluppo e che la dinamicità deve sposarsi con la qualità e non con la quantità. “Non bisogna dire servono più mattoni, ma più servizi e maggiore vivibilità”.


Infine, riferendosi alle ex colonie come la Murri o alla zona del Marano, ha detto che per il riuso occorrono regole intelligenti. “Ci sono segni che si devono mantenere. Come un vestito antico con funzioni moderne, ecco come si possono immaginare e strutturare poli come quello del Marano, vocato al wellness”.


La trasmissione di ieri mattina si è conclusa con l’illustrazione del programma degli incontri che il presidente Fabbri e l’assessore Rossini terranno su tutto il territorio provinciale. Si comincia lunedì 25 giugno alle ore 18 alla corte degli Agostiniani e alle 21 al palazzo del turismo di Bellaria Igea Marina. Il 27 giugno alle 21 alla sala ex Lavayoio di Morciano, il 2 a Cattolica, il 3 a Riccione, il 4 a Verucchio, il 6 a Misano, l’11 a Saludecio, il 18 a Coriano e il 23 a Santarcangelo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro appuntamento è in programma dopodomani, venerdì 22 giugno alle ore 14.30 in Provincia, nella sala Marvelli di via Campana 64: presidente Fabbri, vice presidente Taormina, assessore Rossini illustreranno le proposte del Ptcp 2007 ai dirigenti scolastici e alla conferenza provinciale di coordinamento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -