RIMINI - Raccolta differenziata, Provincia e Ato ci credono

RIMINI - Raccolta differenziata, Provincia e Ato ci credono

RIMINI - La Provincia di Rimini e la Regione Emilia Romagna ci credono, tanto da mettere a disposizione una cifra consistente: circa 400.000 euro. Ato anche: ha cercato di mettere a sistema le esigenze. E così pure Hera, il gestore dell’operazione.


Stamane in Provincia, l’assessore Cesare Romani, il presidente e direttore di Ato, rispettivamente Giorgio Grossi e Carlo Casadei e il dirigente di Hera Fauso Pecci, hanno dato il via al progetto raccolta differenziata porta a porta che da domani parte a Saludecio, Mondaino e Montegridolfo e poi via via in altre zone.


Il progetto di raccolta differenziata ‘porta a porta’ ha come obiettivo il raggiungimento ed il superamento del 50% di raccolta differenziata. Si articola in cinque sistemi innovativi di gestione di raccolta differenziata che, una volta collaudati potranno essere riprodotti presso zone omogenee simili. Il progetto prevede, in questa prima fase, il coinvolgimento dei Comuni di Mondaino, Montegridolfo e Saludecio e successivamente di alcune aree campione dei Comuni di Rimini, Santarcangelo di Romagna, Riccione e Misano Adriatico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Complessivamente, saranno interessati dal progetto 7.352 abitazioni, quindi 16.192 cittadini. Il progetto prevede una capillare attività di comunicazione ed il contatto diretto con l’utenza, azioni fondamentali per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini. Sono, infatti, previste assemblee pubbliche, contatti ‘one to one’ con l’utenza, giornate-evento per intervenire nelle zone in cui dovessero manifestarsi delle problematicità, ed, infine, una verifica operativa dell’efficacia della comunicazione su 1.000 utenze domestiche. Dal 22 gennaio è stata inoltre attivata un’opzione dedicata del numero verde (da telefono fisso) 800.999.500 (1) per avere tutte le informazioni sul progetto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -