Rimini, riqualificazione dell’area portuale. Parere favorevole all’Atto di indirizzo

Rimini, riqualificazione dell’area portuale. Parere favorevole all’Atto di indirizzo

Rimini, riqualificazione dell’area portuale. Parere favorevole all’Atto di indirizzo

RIMINI - Parere favorevole, venerdì mattina in Terza commissione consiliare "Territorio, ambiente, mobilità", alla proposta di Atto di indirizzo per la definizione di un Accordo di programma per il recupero e la riqualificazione urbanistica dell'area portuale (mercato ittico all'ingrosso e cantieristica navale). Obiettivo, dare una nuova configurazione morfologica, tipologica e architettonica al comparto destinato alle attività produttive connesse al sistema portuale.

 

Al potenziamento dell'attività della pesca professionale e delle relative attività di lavorazione e commercializzazione del pescato, nonché della cantieristica navale, viene riconosciuta rilevanza strategica e il porto di Rimini viene considerato un'area di intervento unitaria ed omogenea. L'atto di indirizzo indica le linee guida per la definizione dell'Accordo di programma. La prima linea di indirizzo riguarda la valutazione, l'approfondimento e l'adeguato dimensionamento delle attività di mercato ittico all'ingrosso e di cantieristica, considerata anche la compresenza di tali attività in un contesto residenziale di pregio.

 

Gli interventi si articolano nella costruzione di un nuovo fabbricato ad uso mercato ittico e di servizio alla pesca, con idonei spazi per attrezzature e servizi; nella realizzazione di una nuova zona per scarico e movimentazione del pescato, con messa in sicurezza delle banchine e di tutta l'area interessata; nella costruzione di nuovi fabbricati e razionalizzazione delle aree asservite per trasferire, ampliare e rendere funzionali le attività cantieristiche ed i servizi già presenti; nella realizzazione di aree per la sosta e di servizio alle varie attività con relativa rete viaria

 

La qualità architettonica degli edifici dovrà tenere conto degli effetti sul sistema ambientale (inquinamento aria, acqua, rumore) e prevedere l'uso di tecnologie che consentano un risparmio energetico attraverso energie rinnovabili. L'atto di indirizzo inserisce poi tra le linee guida lo studio e valutazione della mobilità esterna ed interna, valutando anche in prospettiva futura l'ipotesi di un collegamento con opere permanenti tra le rive per facilitare la relazione tra due importanti parti di città e la fruibilità dell'area portuale. In sede di Conferenza di servizi saranno individuate le ipotesi e le soluzioni più idonee.

 

Viene infine indicato di prevedere, attraverso un accordo di pianificazione, una contestuale riqualificazione degli edifici attualmente destinati alle funzioni di mercato ittico all'ingrosso collocati in Via Leurini, al fine di conformarli al tessuto edilizio ed urbanistico circostante.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -