Rimini, rugby: Civis in testa al girone

Rimini, rugby: Civis in testa al girone

RIMINI  - Ieri domenica 13 febbraio 2011, la Civis Rimini Rugby ha messo in scena sul campo di casa una bella partita sotto ogni punto di vista, giocata con la RAM Rugby Amatori Marche. I 5 punti conquistati ieri, insieme alla vittoria di misura dello Stamura sul San Lorenzo, portano la compagine riminese 41 punti sola al comando del girone.

 

Il primo tempo è tutto a favore dei padroni di casa, che chiudono la prima frazione di gioco con 4 mete segnate portate a segno con un punteggio di 29 a 0. Nei primi 25 minuti il Rimini si butta subito in attacco mantenendo un costante possesso di palla, aggiudicandosi l'ovale nei punti d'incontro e giovando largo come non aveva ancora fatto prima, attenendo così  un calcio di punizione trasformato da Righi dalla linea dei 10 metri avversari, e portando nell'ordine  Velato, il capitano Racis, Ferrillo e per la prima volta il giovane Masi a poggiare la palla oltre la linea di meta (tre trasformazioni di Righi).

 

La ripresa vede le due formazioni esprimere un gioco più statico rispetto al primo tempo e la R.A.M. prova a intavolare l'azione ma mai senza impensierire troppo il Rimini. Dopo l'ingresso di sei giocatori freschi nelle fila della Civis, rispetto a un solo ingresso tra i marchigiani, il gioco torna ad animarsi e i Pirati tornano in meta altre tre volte con Luzio, Sivelli e Siboni  (due trasformate da Righi). Solo al 75° la Rugby Amatori Marche  entra nei 22 metri romagnoli e segna la meta della bandiera dopo una serie di prendi e vai.

Formazione Civis Rimini Rugby: Righi, Trivisonne, Sivelli, Masi, Merloni, Racis, Velato, Ferrillo, Deluigi, Siboni, Bezzi, Derossi, Destina, Mastellari, Frisoni M., a disposizione: Frisoni S., Fornaciari, Destefano, Ragone, Susini, Luzio,  Maioli (esordiente), all. Leo.

 

Sul campo di Rivabella di Rimini, sempre nella mattinata di ieri, domenica 13 febbraio 2011,  si è disputato il Concentramento Under 14 tre le squadre del Rimini Rugby, Compagnia dell'Albero Ravenna e Imola Rugby. Il primo incontro ha visto sui fronti opposti le formazioni  della Compagnia dell'Albero e della Civis  con quest'ultima che prevale 12 a 5, grazie alla meta di Lanci trasformata da Fralassi e seconda meta dello stesso Fralassi dopo un significativo scambio con Lanci, non trasformata però.

Nella seconda partita l'Imola castiga pesantemente il Ravenna con un perentorio 49 a 0, mentre il terzo incontro ha visto  opposti i Piratini Riminesi  ai pari età imolesi. Ne scaturisce una partita intensa, giocata senza risparmio da entrambe le parti, ma alla fine è la formazione ospite a prevalere per 19 a 14 ( per i Riminesi mete di Monti  e Rizzo entrambe trasformate da Fralassi).

 

 

Formazione Civis Rimini Rugby:Marini, De Cristofaro, Serafini, Morri, Lanci, Villani, Fralassi, Bordoni, Sammarini, Alpi, Khedri, Sacchetti, Monti, Rosellini, Sorci, Giannico, Mancini, Rizzo

Ancora una trasferta difficile per i ragazzi di coach Maccan dell'Under 16 Mister Nut Rimini Rugby, che sul campo di Castel San Pietro nella terza giornata del girone di ritorno, inanellano la terza sconfitta consecutiva. A dire il vero il gioco espresso contro il Castel San Pietro dai giovani Riminesi  è apparso più efficace rispetto ai precedenti incontri: la partita è stata dominata nelle ruck, ed anche in touche e mischia ordinata non sono andati male, è mancata in maniera evidente la cerniera di mediana, non per demerito dei singoli ma per la mancanza di alcuni giocatori nei ruoli chiave che hanno determinato un'inedita coppia Casadei  -Baroni, il gioco alla mano è risultato così molto spezzettato e gli avanti Riminesi,  non sono stati impiegati quasi mai con dei pick and drive o con delle maul che li avrebbero facilmente favoriti.

 

La cronaca della partita  si apre con una buona pressione degli ospiti che costringono gli avversari nei propri 22, una palla banalmente persa e una scorretta posizione dell'estremo consentono una lunga corsa verso la meta al trequarti del Castel San Pietro e la conseguente trasformazione in mezzo ai pali per il 7 a 0. La risposta del Rimini è immediata,  comincia così un lento lavoro di carretti e penetrazioni, che portano Sorci alla meta e, con la trasformazione di Baroni, al meritato pareggio intorno al quarto d'ora, e qui si concretizza il secondo black out dei pirati, palla al centro per il rinvio, calciata alta tra la linea dei 10 metri e quella dei 22, l'ala riminese la guarda rimbalzare una prima volta, una seconda e poi l'ala dei padroni di casa la raccoglie e va in meta, questa volta in posizione defilata e il calcio di trasformazione viene fallito, 12 a 7. La restante parte del primo tempo viene giocata nella metà campo degli Emiliani ma non porta alcuna segnatura, anche perché capitan Baroni decide di non piazzare un paio di punizioni da posizione invitante.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ripresa comincia con gli ospiti ancora alla ricerca della meta, ma il terzo momento di buio assoluto porta alla terza segnatura del Castello, una touche a favore nei propri 22 viene abbondantemente vinta dai giocatori della Mister Nut ma saltatore e mediano non si capiscono e regalano una'altra rimessa laterale ai padroni di casa sui cinque metri, palla al sicuro in cassaforte conseguente ruck che viene vinta con qualche sottile sotterfugio e palla aperta sui tre quarti che vanno a segnare nuovamente in mezzo ai pali, trasformazione facile e 19 a 7, siamo al 5° minuto e la partita è ancora lunga, Rimini ricomincia a macinare metri con gli avanti e mette più volte in difficoltà la difesa avversaria che continua a salvarsi anche grazie al lavoro sporco nelle ruck, Casadei va in meta dopo una serie di pick and drive vincenti e Baroni fissa il risultato sul 19 a 14, il monologo dei pirati continua ed almeno per tre volte Baroni decide di giocare le punizioni conquistate dagli avanti con la forte pressione, ma manca sempre il guizzo finale per concretizzare la supremazia, in un paio di occasioni si rischia anche la quarta  meta ma Pozzi si fa perdonare l'errore di posizione della prima meta e salva sulla bandierina, la partita finisce così con Rimini a spingere e Castel San Pietro a difendere, ma il risultato non cambia più.  Domenica prossima a Rivabella scenderà l'Imola, che si tratti dell'ultimo appello per la panchina? Il presidente Mangione non si sbilancia, certo è che si vuol capire perché la bella squadra ammirata nel girone d'andata ora si è inceppata. La formazione scesa in campo domenica: Pozzi, Annibali, Catani, D'Arcavio, Frisoni D., Baroni, Casadei, Sorci, Pari M., Maggioli, Libraro, Stargiotti, Frisoni M., Lepenne, Vagnoni, Pedrini, Chiarini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -