Rimini, sabato e domenica “Freschi di tesi”. Studi sul patrimonio riminese di giovani neo-laureati

Rimini, sabato e domenica “Freschi di tesi”. Studi sul patrimonio riminese di giovani neo-laureati

Rimini, sabato e domenica “Freschi di tesi”. Studi sul patrimonio riminese di giovani neo-laureati

RIMINI - Con due incontri si apre, sabato e domenica, in occasione della XIII edizione della Settimana della Cultura, la rubrica Freschi di tesi, studi sul patrimonio riminese, un'opportunità per giovani neo-laureati di esporre a un largo pubblico le proprie tesi magistrali e specialistiche su vicende del patrimonio artistico della città oggetto dei loro studi. Ad aprire la rubrica, sabato alle 17, sarà Eleonora Gessaroli con la presentazione del suo lavoro dal titolo "Requisire Rimini".

 

A seguire, Silvia Monetti, partendo dall'analisi della Veduta del Pantheon, un dipinto di recente acquisizione della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, ricostruisce nel percorso della sua tesi di laurea dal titolo "In porticu celeberrimi Templi Pantheon": il monumentum ideato da Francesco Gualdi nel 1646, uno studio che ha il sapore e il fascino di un'indagine dentro l'opera e lo spirito del committente. Da evidenziare come sia Eleonora Gessaroli che Silvia Monetti siano Volontarie del Servizio Civile assegnate al Comune di Rimini per l'anno in corso e svolgano la loro esperienza presso i Musei Comunali di Rimini.

 

DomenicA, sempre alle ore 17, toccherà a Sara Masinelli, laureatasi con la tesi Il Cristo in Pietà del Museo della Città di Rimini: vicende storiche e conservative, trattare delle vicende storiche e conservative del celebre dipinto Cristo in Pietà di Giovanni Bellini, riferendo anche episodi meno noti o fino ad ora per lo più ignorati, da lei individuati grazie a ricerche effettuate presso gli Archivi della Biblioteca Gambalunga di Rimini e della Soprintendenza per i Beni Storico-Artistici ed Etnoantropologici di Bologna.

 

A seguire Giulia Lazzarini e Andrea Serrau propongono i progetti di restauro che, insieme a Michela Misirolli, nell'ambito della tesi Arte e architettura. Progetti di restauro e valorizzazione delle pitture murarie a Rimini tra XIII e XIV secolo, hanno elaborato per gli edifici della Città, per la maggior parte privati o non accessibili al pubblico, che ospitano pitture murali del XIII e XIV secolo. I progetti sono frutto di un'approfondita ricerca storica e d'archivio e volti alla conservazione, valorizzazione e musealizzazione di un patrimonio artistico pressochè sconosciuto, fatta eccezione per le pitture all'interno della Chiesa di Sant'Agostino.

 

Le conversazioni, a ingresso libero, avranno luogo nella Sala del Giudizio al Museo della Città, via L. Tonini 1.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -