Rimini: Sagra Malatestiana, concerto con musiche di Benedetto Magni

Rimini: Sagra Malatestiana, concerto con musiche di Benedetto Magni

econdo appuntamento nel cartellone della 61. ma Sagra Musicale Malatestiana di Rimini dedicato al progetto di riscoperta di autori riminesi del passato. Martedì 21 settembre alle ore 21 presso la Domus del Chirurgo di Rimini (piazza Ferrari) verrà presentato il progetto inedito "Canticum  Cordis", note di musica medicinale, affidato ad Elena Sartori che ne ha curato ideazione, ricerca delle fonti, concertazione e adattamento drammaturgico. Alla guida del Melodi Cantores Ensemble e insieme al Coro Laboratorio Musicaficta diretto da Andrea Angelini e Loris Tamburini, Sartori riporterà alla luce i lavori di Benedetto Magni (1674 - 1737) e dei suoi allievi ravennati e riminesi del Fondo Gaspari dell'Archiginnasio di Bologna. Il cast vocale è composto da Emanuela Tesch (soprano), Aurelio Schiavoni (contraltista), Sergio Martella e Gianluca Zoccatelli (tenori), Decio Biavati. (basso). Le parti strumentali sono affidate ad Alberto Rossi (cornetto), Sebastiano Severi (violoncello barocco), Elena Bianchi (dulciana), Mirko Maltoni (clavicembalo). L'interpretazione dei testi è di Elena Bucci.


Nei mottetti seicenteschi di ambiente romagnolo sono significativamente numerosi quelli che presentano immagini ricorrenti di malattia, cura e guarigione e inediti rimandi al mondo della medicina. Un esempio interessante è costituito dai mottetti di Benedetto Magni (1574 - 1637), organista della Cappella arcivescovile di Ravenna, e dei suoi allievi. Nei loro versi in latino figurano i temi della salute, dell'infermità e della guarigione. È inoltre  probabile che a Rimini già in epoca romana la medicina godesse di una grande considerazione, al punto da riverberarsi anche sull'attività artistica. La Domus del chirurgo, di recente portata alla luce, oltre a offrire un'eccezionale testimonianza storica di quella che poteva essere l'attività di un medico vissuto intorno alla metà del III secolo, alimenta numerose suggestioni, a cominciare dal fatto che al suo interno si trova una stanza di Orfeo, probabilmente destinata alla musica.

ELENA SARTORI
Nata a Ravenna, dopo il diploma in pianoforte e alcuni anni di intensa attività concertistica con formazioni da camera (I Premio al Concorso Internazionale  di Torino nel 1991) si diploma col massimo dei voti e la lode  in Organo e Composizione organistica e si laurea col massimo dei voti e la lode in Storia della Musica. Dal 1993  al 2000 intraprende un lungo periodo di studi presso il Conservatorio  di Basilea e il Mozarteum di Salisburgo perfezionandosi con menzione di merito nella classe di  Daniel Chorzempa. Ha inoltre studiato canto barocco con Claudio Cavina, Michel van Goethem e Patrizia Vaccari, registrando nel 2004 per la rivista Amadeus in qualità di cantante solista  un lavoro dedicato a Hildegard Von Bingen. A partire dal 2000  si avvicina alla direzione, intesa come esito naturale di un percorso di esplorazione profonda tra linguaggi musicali diversi, studiando con Helmut Rilling presso la Bach - Akademie di Stoccarda.
Si esibisce in tutto il mondo sia in qualità di organista che di direttore.
Direttore musicale stabile dell'Associazione Polifonica di Ravenna, dal  2002 a oggi ha diretto oltre trenta tra produzioni, progetti speciali e prime esecuzioni assolute  anche in collaborazione con Orchestre ed Ensemble strumentali italiani e stranieri.


In veste di Maestro di Coro ha collaborato con Riccardo Muti per l'opera Sancta Susanna di Paul Hindemith a Ravenna Festival. Ha collaborato con Denis Krief per la realizzazione della prima rappresentazione in forma scenica della Water Passion di Tan Dun per la Sagra Musicale Malatestiana. Ha debuttato come direttore d'orchestra per Ravenna Festival 2010 con un programma dedicato a Pergolesi. Sue esecuzioni sono regolarmente trasmesse da BBC, RAI  Radio 3  Suite, Radio Vaticana, Radiotelevisione Serba e New York Cathedral - Magalhaes Music (Federazione C.E.M.A.T). In qualità di solista e direttore ha inciso: G.B. Martini, Requiem e Missa Solemnis (Tactus); Le Livre Anonyme d'Orgue de Limoges (La Bottega Discantica); Domenico Scarlatti: Stabat Mater, Messa di Madrid e Messa La Stella (Tactus); i Capricci da Sonar Opera IV di Gregorio Strozzi (Tactus,  prima incisione mondiale). Nel 2010 sarà ospite, tra gli altri, dei seguenti festival: Ravenna Festival, Sagra Musicale Malatestiana di Rimini, MITO Settembre Musica di Torino, Festival di Losanna, Armsheim International Festival (Francoforte), Estival de Monetier des Bains; sarà protagonista del numero speciale di Natale 2010 della rivista Amadeus con un CD interamente dedicato a Pergolesi.


Incline al recupero dei repertori antichi così come alla sperimentazione musicale e all' interpretazione delle scritture contemporanee, è invitata a tenere seminari e corsi di perfezionamento nell'ambito del Festival Musicale di Monte San Savino, per l'Accademia croata "Organum Histriae", per il Conservatorio di Tallinn.

ENSEMBLE MELODI CANTORES
Nel primo volume del Syntagma Musicum (1619) Michael Praetorius fa sua una definizione di Severino Boezio, secondo cui sono "Melodi  Cantores" i più scelti tra i chierici in grado di eseguire il repertorio musicale del monastero.
L'Ensemble Melodi Cantores viene fondato nel 2000  da Elena Sartori per la realizzazione della prima ricostruzione, esecuzione ed incisione mondiale del Requiem di Padre Giovanni Battista Martini in collaborazione con il Conservatorio e l'Università di Bologna. Formazione aperta, l'Ensemble ha proseguito da allora un'intensa attività pubblica dedicandosi con particolare interesse al recupero dei  repertori nascosti e di ricerca e muovendosi con fluidità tra i repertori antichi e la  sperimentazione contemporanea. Dopo alcune fortunate incisioni discografiche  per la bolognese Tactus, l'Ensemble tiene concerti, lezioni-concerto e seminari a Strasburgo, Colonia, Lione, Ottobeuren, Altheim, Bad Ischl e per numerosi Festival italiani ed europei.


Sotto la denominazione Coro Voci Barocche del Teatro Alighieri  di Ravenna ha eseguito nel 2007 Orfeo ed Euridice di Gluck con la regia di Graham Vick per le stagioni d'opera dei teatri di Ravenna, Ferrara, Reggio Emilia, Modena e Pisa, ricevendo un entusiastico riscontro di pubblico e di critica e meritando  la definizione di «esperimento straordinario di rifondazione  del teatro d'opera» dalla testata Early Music. L'Ensemble  Melodi Cantores  è stato chiamato a interpretare  Sancta Susanna di Paul Hindemith  sotto la direzione di Riccardo Muti per Ravenna Festival.
Nel marzo 2008 riceve la segnalazione speciale dalla rivista Musica per l'incisione delle Messe e dello Stabat Mater a 10 voci  di Domenico Scarlatti realizzata nel  250° anniversario della morte del compositore per l'etichetta Tactus.
Nel settembre 2008 ha partecipato alla Sagra Musicale Malatestiana di Rimini  alla prima esecuzione assoluta in forma scenica di Water Passion after St. Matthew di Tan Dun con regia di Denis Krief.

Biglietti 8 euro posto unico in vendita alla Domus dalle ore 19.30
Per informazioni:
Istituzione Musica Teatro Eventi via Gambalunga 27 Rimini tel. 0541.704294 - 704293.
Ufficio Relazioni con il Pubblico piazza Cavour, 39  Rimini tel. 0541.7047    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -