Rimini, salta la "pax primarie" nel Pd. Lo sconfitto Fabbri: "Il partito era contro di me"

Rimini, salta la "pax primarie" nel Pd. Lo sconfitto Fabbri: "Il partito era contro di me"

Rimini, salta la "pax primarie" nel Pd. Lo sconfitto Fabbri: "Il partito era contro di me"

RIMINI - La lettura "trionfale" di chi ha vinto le primarie del centrosinistra a Rimini "e' fuori luogo". Invece di cercare di "unire tutto il Pd, dopo aver perso per strada Sel, cosa assai grave, si mostrano muscoli finti". Insomma, il segretario provinciale Lino Gobbi "eviti la lezioncina". Nando  Fabbri, classificatosi terzo alle primarie in vista delle comunali 2011 in riviera, si toglie oggi i suoi sassi dalle scarpe.

 

L'ex presidente della Provincia, anche e soprattutto in questi ultimi mesi ai ferri corti con il gruppo dirigente della federazione locale, e' stato battuto dall'ex segretario Andrea Gnassi, che si e' imposto con 2.813 voti (il 42% circa), tallonato dall'ex assessore Tiziano Arlotti a quota 2.444 (36,5%). Piu' in la' Fabbri, fermo a 1.179 voti (il 17,5%). "E' stata una sconfitta netta. Chi perde ha sempre torto. E il silenzio e' d'obbligo", esordisce Fabbri oggi in una nota. Ma "poiche' le questioni non sono personali bensi' politiche, e' necessario leggere i segnali che ci mandano le primarie di domenica".

 

Fabbri parte dal suo risultato: "Col senno del poi, valutate le cose, e' stato un miracolo. Scherzi, mi si dira'. Non scherzo, faccio sul serio. Io e i ragazzi con cui ho fatto questo percorso abbiamo ottenuto molto". L'attacco e' diretto: "Faccio notare- prosegue l'ex presidente della Provincia- come il gruppo consiliare, la segreteria comunale e tutti i principali esponenti istituzionali del Pd fossero schierati con Gnassi e Arlotti. Il messaggio era chiaro: Fabbri non deve passare. Il tutto accompagnato- viene rincarata la dose- da un imponente numero e varieta' dei mezzi informativi utilizzati a supporto".

 

Fra l'altro Arlotti, dopo aver ricevuto attestati di stima (da Gnassi, dal gruppo dirigente del Pd e dal

sindaco in carica Alberto Ravaioli), ha detto di voler entrare nel comitato elettorale di Gnassi. Fabbri assicura di non scandalizzarsi perche' "era nel conto", ma prosegue calibrando il mirino: "E' bene che Lino Gobbi, segretario di tutti, eviti la lezioncina che la gente non mi ha votato perche' 'vuole il cambiamento'. Nessuno nasconda o dimentichi la verita' oggettiva, ovvero: che io e i ragazzi che mi hanno sostenuto abbiamo corso con l'handicap del partito ufficiale contro.

 

Tanto piu' su un campo di gioco che, vista la modesta affluenza, ha registrato pochi cittadini 'laici' a parteciparvi, purtroppo". La polemica prosegue nei confronti di tutto il gruppo dirigente del Pd, slogan di Gnassi compresi: "La lettura trionfale di chi ha vinto e' fuori luogo. E quando si afferma

'giriamo pagina' (quale pagina?) per giustificare che i voti di Fabbri (18%) non contano, e' uno scivolone politico. Sia rispetto a coloro che hanno votato, essendo in gran parte voti di non partito, sia per il bisogno di vincere le prossime elezioni". Ma soprattutto, prosegue Fabbri, "per i contenuti programmatici che si sono proposti e che devono far parte del bagaglio del centrosinistra riminese: lavoro, integrazione, innovazione".

 

Insomma, "invece di cercare di unire tutto il Pd, dopo aver perso per strada Sel, cosa assai grave, si

mostrano muscoli finti". Finti, tira le somme l'ex consigliere regionale, "perche', come hanno evidenziato le utili primarie, la pressione interna e' bassa, la citta' e' distratta e disillusa, le alleanze sono tutte da costruire". Finti "perche' con la fiducia ottenuta al Parlamento, Berlusconi andra' al voto di primavera in un clima arroventato che rischia di travolgere tutti". Finti, infine, "perche' se c'e' una risorsa in piu' emersa nel Pd riminese quella va cercata innanzitutto in quei ragazzi della giovanile democratica che mi hanno dato una mano e che meritano attenzione e spazio. A proposito- e' l'ultima frecciata di Fabbri- di rinnovamento". (Dire)

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Wiccio
    Wiccio

    Ho notato anche io questo distaccamento del PD da Fabbri. Ed è vero anche quanto riportato nell'intervista: "coloro che hanno votato, essendo in gran parte voti di non partito". Personalmente è proprio così.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -