Rimini, Sapore chiude con 79.823 visitatori: +5% rispetto al 2010

Rimini, Sapore chiude con 79.823 visitatori: +5% rispetto al 2010

Rimini, Sapore chiude con 79.823 visitatori: +5% rispetto al 2010

RIMINI - E' positivo il bilancio di Sapore Tasting Experience 2011, food, seafood e beverage per il consumo extradomestico organizzato da Rimini Fiera e Agrifil, salone dedicato alla filiera agroalimentare, gestito da Cmf con la collaborazione di Coltura&Cultura. La manifestazione, inaugurata sabato dall'onorevole Paolo De Castro e conclusasi martedì, ha totalizzato 79.823 visitatori professionali (+5% rispetto al 2010), con l'incremento della partecipazione estera (+16%).

 

Sono inoltre stati 731 (612 nel 2010) i giornalisti accreditati. Quotidianamenti si sono svolti circa 3.000 business meeting (1.000 nel 2010), a conferma dell'efficacia del progetto Top Buyer dai cinque continenti che profila l'incontro tra aziende e buyers prima della fiera. Positivo lo svolgimento in contemporanea di Agrifil.  La kermesse ha occupato 10 padiglioni di Rimini Fiera, per complessivi 60.000 mq.

 

In mostra prodotti per il catering, prodotti surgelati, prodotti biologici, specialità regionali italiane ed estere, seafood, pasta fresca, olio extravergine di oliva, bevande, birre speciali e artigianali, vini, spumanti e champagne. Fra le novità eccezionale successo tra italiani e stranieri per Cooking Pasta, area che ha riunito il mondo della produzione di pasta artigianale e animata da eventi. Protagonista dello spazio la Associazione APPAFRE, che ogni giorno ha proposto le degustazioni a cura delle imprese associate, ma anche il grande evento Italian Pasta Contest, che ha visto avvicendarsi oltre 30 chef.

 

Hanno partecipato anche personaggi del calibro di Massimo Bottura, appena nominato chef dell'anno 2011, il sociologo dei consumi Enrico Finzi, il docente di Scienza dell'Alimentazione all'Università Campus Biomedico di Roma Eugenio Del Toma, oltre a rappresentanti delle istituzioni nazionali, regionali e locali.

 

"L'obiettivo dell'internazionalità - dice il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni - è stato centrato grazie ad eventi e occasioni di business focalizzati su questa meta, strategica per un settore chiave del made in Italy che ha grandi potenzialità di crescita all'estero. Il contemporaneo svolgimento di AGRIFIL ha poi testimoniato la volontà e l'importanza di ragionare sull'intera filiera produttiva".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"SAPORE 2011 - continua il direttore di Business Unit Patrizia Cecchi - ha coniugato i "titoli" delle tematiche espositive, svolgendoli in esperienze di degustazioni, riti e tendenze del fuoricasa. Si sono sperimentati il nuovo, la creatività e la ricerca del comparto alimentare extradomestico. E si sono conclusi grandi affari. La manifestazione ha mostrato dinamicità e interattività, rinnovandosi e offrendo nuovi e decisivi motivi di business".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -