Rimini: scontro tra imbarcazioni, salvati due naufraghi feriti

Rimini: scontro tra imbarcazioni, salvati due naufraghi feriti

Rimini: scontro tra imbarcazioni, salvati due naufraghi feriti

RIMINI - Gli uomini della Capitaneria di Porto di Rimini sono stati impegnati giovedì nel recupero di due naufraghi (un uomo ed una donna), caduti in mare a seguito della collisione  della loro imbarcazione con il predetto motopesca M/P Riboty. Al momento della collisione le due unità si trovavano a circa 3 miglia dal porto di Rimini. In seguito all'incidente l'uomo ha riportato lesioni guaribili in 25 giorni, mentre per la donna la prognosi è di 30 giorni.

 

La richiesta d'intervento alla sala operativa della Capitaneria di Porto è giunta alla 5.42. Subito è stato disposto l'invio in zona dell'elicottero dei Vigili del Fuoco di Bologna, Drago 16, che si trovava già in zona per le ricerche del naufrago disperso e trovato morto tra gli scogli e della motovedetta CP 842. In contemporanea veniva dato l'allarme al personale sanitario del 118.

 

Nel frattempo il Comandante del motopesca comunicava che uno dei due naufraghi (la donna) aveva perso conoscenza. Alle ore 06:15 la motovedetta CP 842 ha intercettato il motopesca Riboty. Appurata l'impossibilità di un trasbordo, si è proceduto a scortare l'imbarcazione in porto dove vi è giunta alle 6.25. Una volta in banchina i due naufraghi venivano sono stati assistiti dal personale del 118 per essere poi condotti al pronto soccorso di Rimini.

 

Nel frattempo l'elicottero Drago 16 ha comunicato che l'altra unità coinvolta nello scontro era semiaffondata, con l'emersione in superficie della sola prua. Veniva pertanto inviata nuovamente in zona la motovedetta CP 842 allo scopo di monitorare la zona del sinistro e verificare l'eventuale presenza di carburante.

 

Al fine di prevenire un potenziale inquinamento è stato disposto il rimorchio del motopesca Rochi nel porto di Rimini, sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Rimini e con l'ausilio dei sub della Protezione Civile e di due motopesca scortati dalla motovedetta CP 842.

 

Non è al momento nota la dinamica della collisione, per la quale è stata comunque aperta un'apposita inchiesta da parte della Capitaneria di Porto di Rimini. La donna ha riportato una frattura all'avambraccio destro con ferita e prognosi di 30 giorni, mentre l'uomo un trauma cranico guaribile in 25 giorni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -