Rimini: Scuola, l'assessore Buldrini: ''Esternalizzazioni? Non vale la pena''

Rimini: Scuola, l'assessore Buldrini: ''Esternalizzazioni? Non vale la pena''

RIMINI - Privatizzare o non privatizzare? Continua a tenere banco a Rimini il dibattito attorno alle possibili esternalizzazioni dei servizi educativi anche e soprattutto dopo l'annuncio dell'apertura, venerdi', delle nuove sezioni materna-nido nella zona nord della citta'. Nella seduta di commissione riunitasi ancora ad hoc (lunedì  pomeriggio anche in presenza dei sindacati, a partire dalla Fp Cgil), il tema ha coinvolto, di nuovo, soprattutto la maggioranza al suo interno.  

 

L'assessore al Personale, il Prc Vittorio Buldrini, sembra avere le idee chiare: "Per i nuovi nidi (via di Mezzo e via Sacco e Vanzetti, ndr) ci sono 13 persone da assumere, non e' un'enormita'. All'anno costano al Comune circa 300 mila euro. Un'eventuale esternalizzazione non farebbe risparmiare piu' del 20%, dai 50 ai 60 mila euro. Vale la pena farlo? Io credo di no".

 

Buldrini, insomma, pensa "sia meglio mantenere il servizio pubblico" ed evitare di proseguire nella via percorsa recentemente: "Nel bilancio di quest'anno i tagli al personale sono un grande capitolo. Possiamo permetterci quasi due milioni di euro di tagli anche il prossimo?", si e' chiesto l'assessore in aula.

 

Il collega alle Politiche educative e scolastiche, Samuele Zerbini, ci va piu' cauto, ed esordisce leggendo passaggi del mandato del sindaco, Alberto Ravaioli, in cui si fa presente che comunque l'importante e' garantire dei servizi di qualita': "Le future leggi impongono che la spesa del personale sulla spesa corrente non vada oltre il 38%, mentre noi siamo gia' al 40%", avverte Zerbini richiamando anche il capestro del "patto di stabilita'".

 

Incalzato anche oggi dai 'ribelli' della maggioranza (su tutti Fabio Pazzaglia del Pd ed Eugenio Pari di Sel, con quest'ultimo che ha lamentato il taglio di "quasi 900 mila euro" per le assunzioni del personale educativo nel bilancio 2010), l'assessore si da' "due mesi al massimo" per risolvere il rebus: "Troveremo il modo migliore per garantire i servizi, senza escludere mix efficienti di pubblico e privato". Zerbini nel corso della seduta ha anche ricordato che Buldrini, del resto, "ha gia' esternalizzato bene" sul fronte mense. Immediata la replica del Prc: "Io non ho esternalizzato niente".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -