Rimini: sequestrano un bimbo per estorsione, fermati quattro ungheresi

Rimini: sequestrano un bimbo per estorsione, fermati quattro ungheresi

Rimini: sequestrano un bimbo per estorsione, fermati quattro ungheresi

RIMINI - Hanno sequestrato un bambino di un anno per estorsione. Quattro ungheresi, due uomini di 37 e 43 anni e due donne di 20 e 33 anni, sono stati fermati dalla Polizia con l'accusa di sequestro di minore a scopo di estorsione. In attesa della convalida, le donne si trovano in carcere a Forlì, mentre gli uomini al ‘Casetti' di Rimini. L'episodio si è consumato domenica sera. A chiedere l'intervento della Polizia è stata la madre del piccolo, una 28enne ungherese.

 

In spagnolo ha spiegato che le avevano appena rapito il figlioletto e di trovarsi in via Leonardo da Vinci. Sul posto si è precipitata immediatamente una Volante della Questura. La giovane ha chiarito i contorni della vicenda, dicendo di esser appena arrivata a Rimini a bordo di un furgone insieme al compagno di 29 anni, al figlioletto ed altri cinque connazionali in cerca di lavoro in Italia. Prima di partire avevano pagato ai connazionali 100 euro a testa per il viaggio.

 

Una volta arrivati a Rimini i connazionali li hanno abbandonati in via Leonardo da Vinci, nei pressi di Fiabilandia, chiedendo loro altri 300 euro. Al rifiuto della coppia, il quartetto ha portato via il figlio della donna. La Polizia dopo appena venti minuti ha individuato il furgone, nei pressi di un albergo di via Mantova, dove i quattro, più un'altra persona, avevano deciso di alloggiare. I responsabili del sequestro sono stati fermati, mentre il quinto è stato rilasciato.


Nel frattempo le forze dell'ordine si sono fatte carico del ricovero della coppia e del bimbo, che si trovano ora in una struttura protetta. In attesa della convalida del fermo, i quattro sequestratori si trovano in carcere: i due uomini di 33 e 37 anni si trovano al ‘Casetti', mentre le due donne alla casa circondariale femminile di Forlì.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -