Rimini, sfascia la casa dopo l'ennesimo litigio col padre: denunciato

Rimini, sfascia la casa dopo l'ennesimo litigio col padre: denunciato

Rimini, sfascia la casa dopo l'ennesimo litigio col padre: denunciato

RIMINI - Dalla prematura scomparsa della moglie ha cominciato a sperperare i guadagni di una vita, assumendo comportamenti anomali. Una situazione che il figlio, 38 anni, ha sopportato fino a sabato sera, quando il padre, 62 anni, si è reso protagonista dell'ennesimo gesto fuori ragione. Né nata così una violenta discussione domestica al culmine della quale il 38enne ha minacciato il genitore, prendendo un'ascia e mettendo sotto sopra l'abitazione.

 

Solo l'intervento delle forze dell'ordine ha evitato che la lite sfociasse in tragedia. Il 62enne è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso, che l'hanno giudicato guaribile in sei giorni. Per il figlio invece una denuncia a piede libero per minacce e lesioni aggravate. La vicenda si è consumata in un'abitazione di Igea Marina. Tutto ha avuto inizio quando il 38enne, di professione marinaio, stava cercando la sua bussola da lavoro.

 

Non appena ha scoperto che il padre l'aveva venduta, è andato fuori di sé. Ma l'ultimo episodio è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il giovane, che abita sotto lo stesso tetto del padre, non accettava il fatto che il 68enne sperperasse al vento i risparmi di una vita o desse in affitto le stanze della sua abitazione a sconosciuti. E l'ultimo atto di sabato ha innescato al marinaio un gesto d'ira, che gli è costato una doppia denuncia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -