Rimini, sì al raddoppio del depuratore di Santa Giustina

Rimini, sì al raddoppio del depuratore di Santa Giustina

Il presidente di Romagna Acque, Ariana Bocchini

RIMINI - Firmato martedì mattina l'accordo tra i Presidenti di ATO (Stefano Vitali), Romagna Acque-Società delle Fonti (Ariana Bocchini) e AMIR (Rodolfo Pasini) per la realizzazione del raddoppio del depuratore di Santa Giustina. L'ente gestore dell'opera sarà Hera, che realizzerà i lavori tramite bandi di gara europea (che partiranno nei primi mesi del 2011). I cantieri saranno operativi entro il 2011. Si tratta di una delle principali opere del sistema fognario e depurativo del territorio

 

Sono stati già previsti, all'interno della "Pianificazione di ambito" di ATO, 43 milioni di euro, finanziati da Romagna Acque e AMIR. Il raddoppio del depuratore di Santa Giustina sarà realizzato con tecniche innovative di depurazione, come la "filtrazione", grazie alla quale sarà possibile elevare la qualità globale del servizio offerto. Il progetto prevede inoltre la contemporanea chiusura del depuratore di Bellaria Igea Marina e il relativo collegamento della sua rete fognaria all'interno della nuova opera.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -