Rimini, si inaugura l'Anno europeo del volontariato

Rimini, si inaugura l'Anno europeo del volontariato

RIMINI - Il 2011 è l'Anno Europeo del Volontariato che inizierà, in Emilia-Romagna, fattivamente sabato a Rimini. Scena di questo importante esordio sarà, infatti, il teatro Novelli, in via Cappellini 3. Dalle 10, per tutta la mattinata, avrà luogo la prima iniziativa, a livello regionale, che celebra l'Anno. Ed è intitolata "Liberi di volare", Conferenza su Giovani, Volontariato ed Europa. Nel programma dell'evento tra saluti e interventi anche un momento clou con il comico bolognese Vito, personaggio di spicco del Gran Pavese Varietà.

 

Per ritornare al 2 aprile, si tratta di un'occasione per pensare alla partecipazione giovanile e a qual è stato e quale sarà il ruolo del volontariato all'interno di una società che allinea nuovi disagi a vecchi problemi. Ma è anche in grado, attraverso lo strumento solidale, di creare quegli anticorpi che spesso sono attese soluzioni. Nuovi ruoli si prospettano per il mondo della solidarietà anche attraverso i contributi di ragazzi e ragazze, come mezzo di risposta ai bisogni sociali. Ma anche giovani come portavoce di una scuola di democrazia e convivenza con gli altri che sta gradualmente maturando nel nostro paese.

 

Durante la mattinata diversi ospiti si alterneranno sul palco: Teresa Marzocchi, assessore alla Promozione delle Politiche sociali e di integrazione per Immigrazione, Volontariato, Associazionismo e Terzo settore della Regione Emilia-Romagna; Emilio Dalmonte, vicedirettore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea; Giovanni Ceccarelli, in qualità di presidente pro tempore del Coordinamento Regionale dei Csv; Pietro Leoni, dirigente Europe Direct Punto Europa Rimini; Renzo Razzano vicepresidente del Centro Europeo del Volontariato e Francesca Carta dell'agenzia nazionale Lifelong Learning Programme (Llp) per il Leonardo da Vinci.

 

I conduttori di Psicoradio, nota emittente felsinea, da sempre attenta alle tematiche del disagio psichico, faranno da moderatori e condurranno brevi interviste ai volontari e partecipanti ad "Up and Go!". Quest'ultimo è il progetto europeo che ha permesso a un centinaio i ragazzi con disabilità o a rischio emarginazione di fare la loro prima esperienza di formazione e lavoro in un paese straniero, all'insegna di "esperienze transnazionali per la vita indipendente e l'empowerment". Quindi, Vito allieterà la platea con un intervento divertente e surreale. Al termine sarà offerto un buffet cortesemente preparato dalla scuola Alberghiera e di Ristorazione - Ial di Riccione. Un ringraziamento particolare va a Tonino Guerra, vicino al mondo del volontariato, che ha offerto il disegno di una sua farfalla presente come icona dell'iniziativa in manifesti e cartoline e la frase simbolo: "una goccia più un'altra goccia non fanno due gocce ma una sola goccia più grande".

 

L'evento è promosso dall'associazione Volontarimini e il Coordinamento dei Centri di Servizio per il volontariato dell'Emilia-Romagna, in collaborazione con Europe Direct, Isfol, associazione S. Zavatta Onlus, CoPrESC, ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Rimini e Comune di Rimini. Ed è inserito nel Piano Italia 2011 dell'Organismo Nazionale di Coordinamento - Direzione Generale Volontariato, Associazionismo e Formazioni Sociali - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -