Rimini, si infiltra sul profilo Facebook dell'amica ed infetta pc: denunciato hacker

Rimini, si infiltra sul profilo Facebook dell'amica ed infetta pc: denunciato hacker

Rimini, si infiltra sul profilo Facebook dell'amica ed infetta pc: denunciato hacker

RIMINI - Esperto informatico nei guai per aver installato nei pc degli amici dei programmi in grado di carpire password e codici bancari. Un 50enne pesarese è stato denunciato dalla Polizia Postale di Rimini con le accuse di sostituzione di persona, accesso abusivo e detenzione abusiva di codici di accesso a sistema informatico, violazione di corrispondenza, interruzione e impedimento di comunicazioni telematiche, danneggiamento di informazioni dati e programmi informatici.

 

Ad avviare le indagini sono è stata la segnalazione di una riminese di 35 anni, che da tempo non riusciva ad accedere al suo profilo Facebook nonostante inserisse correttamente la password. Gli agenti hanno poi chiarito che dietro al problema c'era un programma in grado di cambiare la password ogni qualvolta venisse modificata dall'utente. E' stato poi scoperto che l'hacker aveva installato un virus in grado di carpire codici e password attraverso il link "Le mie foto" su Facebook.

 

Diversi amici della donna avevano cliccato per curiosità il link, rimanendo così infettati. A spingere la 35enne a rivolgersi alle forze dell'ordine è stato un fatto che ha coinvolto il figlio della giovane vittima. Il giovane, mentre navigava sul social network, aveva notato la mamma online, nonostante fosse impegnata nelle faccende domestiche. Alla richiesta di chi fosse, il "pirata" informatico aveva lanciato una sorta di guanto di sfida: "Non ti preoccupare, tocca anche a te...".

 

Attraverso i codici ip delle sessioni la Polizia Postale ha identificato il responsabile. L'hacker era un amico fidato della donna, la quale si rivolgeva quando c'erano problemi al computer. Gli agenti hanno sequestrato anche del materiale informatico, tra cui il codice della carta di credito carpito illecitamente alla sua fidanzata, probabilmente per tenerla sotto controllo. Il 50enne ha spiegato agli agenti che per lui inizialmente era in gioco, che si è poi trasformato in un ossessione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -