RIMINI - Sicurezza del territorio, da Protezione civile 2,6 milioni di euro

RIMINI - Sicurezza del territorio, da Protezione civile 2,6 milioni di euro

RIMINI - Pochi giorni fa il sopralluogo dell' assessore provinciale Riziero Santi e del Direttore Regionale della Protezione Civile ingegner Denetrio Egidi sui luoghi dei danneggiamenti provocati dall'evento calamitoso del novembre 2005, e già ieri il Coordinamento tecnico regionale ha approvato la proposta di ripartizione dei fondi nazionali di ripristino.


2.590.000 euro è la cospicua somma ottenuta dalla Provincia di Rimini per gli interventi di messa in sicurezza del territorio. 1.400.000 per il fiume Marecchia (deviatore, depuratore, ponte ss16 e Ponte Verucchio), 485.000 per i ripascimento della costa nei tratti fra Riccione e Misano e a Rimini Torre Pedrera, 250.000 euro per una frana a Montefiore, 100.000 euro per i danni a nel comune di Torriana, 70.000 euro Mondaino, 80.000 Saludecio, 25.000 euro Montescudo, 30.000 euro Montegridolfo. Inoltre 300.000 euro andranno come risarcimento per interventi di emergenza a causa degli spiaggiamenti a Rimini, e 300.000 euro andranno ai privati.


"Dopo due anni di attesa, grazie alla collaborazione dell'assessore Bruschini e dell'Ingegner Egidi della Protezione Civile Regionale, si sono potuti sbloccare i finanziamenti nazionali e procedere alla loro ripartizione – afferma soddisfatto l' assessore alla Protezione Civile Riziero Santi - con il pieno accordo e la piena soddisfazione delle comunità danneggiate che da tempo erano in attesa".


La Provincia di Rimini ha avuto il ruolo di coordinamento e di indicazione delle priorità negli interventi, prendendo in esame le decine di segnalazioni pervenute dai comuni della provincia.


"Abbiamo seguito un metodo assolutamente chiaro e trasparente, e criteri che rispecchiano la filosofia degli interventi svolti sotto l'egida della Protezione Civile - precisa Santi - e cioè niente assegnazioni a pioggia ma sulla base del danno reale verificato andando sul posto e con interventi tesi a rimuovere le cause strutturali e ad evitare che i danno possano ripetersi mettendo. Così facendo e con gli interventi previsti metteremo tempestivamente in sicurezza il fiume Marecchia e ripareremo i danni causati in diversi punti del territorio della nostra provincia dall'evento dell'inverno 2005”.



Il prossimo 12 dicembre 2007 l'assessore Santi parteciperà al coordinamento istituzionale regionale che darà il via definitivo agli stanziamenti e quindi all'esecuzione dei lavori che saranno coordinati dalla provincia e realizzati dal Servizio Territoriale di Bacino Conca Marecchia (ex Genio Civile) e dai Comuni interessati.

GLI INTERVENTI PREVISTI
350.000euro - Ampliamento della sezione di deflusso del Deviatore del Marecchia nel tratto a valle dell'incile, ricarica delle difese di sponda e protezione delle arginature dell'abitato di Rimini.


100.000 euro - Realizzazione di difesa di sponda e protezione della scarpata destra del Marecchia in corrispondenza del depuratore.


50.000 euro - Installazione centralina di monitoraggio idro-pluviotermometrica in teletrasmissione.


350.000 euro - Ampliamento della sezione di deflusso del Marecchia in corrispondenza del ponte SS16 con messa in sicurezza dell'abitato di Rimini e rete tecnologica.


550.000 euro - Consolidamento versante difesa sponda e sistemazione idraulica del Marecchia a protezione della SP258 e di edifici.


485.000 euro - Ripristino e messa in sicurezza dell'arenile e dei manufatti, mediante rinascimento.
A Riccione/Misano e Rimini/Torre Pedrera.
100.000 - Messa in sicurezza via Colombarina Torriana.
205.000 - Consolidamento strade e scarpate a Mondaino, Saludecio, Montescudo, Montegridolfo.
300.000 - Interventi di emergenza fatti dal Comune di Rimini a causa degli spiaggiamenti conseguenti alla piena del Marecchia.
300.000 - Accantonamento per contributi a danni privati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -