Rimini, siglato il nuovo “Contratto per la gestione della Riserva Naturale”

Rimini, siglato il nuovo “Contratto per la gestione della Riserva Naturale”

Rimini, siglato il nuovo “Contratto per la gestione della Riserva Naturale”

RIMINI - È stato firmato venerdì mattina, a Gemmano, il nuovo "Contratto per la gestione della Riserva Naturale Orientata di Onferno" tra la Provincia di Rimini e l'Associazione Ambientalista WWF. Il contratto è finalizzato ad incrementare e conservare la biodiversità, promuovere la fruizione conservativa dei beni naturali ambientali e paesaggistici, sviluppare attività sostenibili all'interno della Riserva, nonché il rapporto con il territorio.

 

La durata della convenzione è do 3, decorrenti dalla data di sottoscrizione, durante i quali il WWF  si impegna a esercitare le seguenti attività: elaborazione e realizzazione di progetti di educazione ambientale; organizzazione e visite nella Grotta ed all'interno della Riserva; gestione di: Centro Visite e relativi servizi di biglietteria, ostello, locanda, sito web, giardino adiacente la Pieve, Centro di Educazione Ambientale presso Cà Gessi, Museo multimediale.

 

Nella stessa mattinata è stato presentato anche il protocollo di intesa tra Provincia di Rimini e Comune di Gemmano volto a garantire un impegno comune, condiviso e reciproco nelle iniziative legate alla riserva naturale. L'Assessore all'Ambiente della Provincia di Rimini, Stefania Sabba sottolinea come "quello firmato oggi sia un accordo di grande importanza, perché ci permette di valorizzare le grandi risorse naturalistiche e paesaggistiche del nostro entroterra.

 

La collaborazione con il WWF garantisce professionalità, competenze, nonché una rilevante esperienza a livello regionale e nazionale". Per il Sindaco di Gemmano Edda Negri "la collaborazione oggi formalizzata tra Provincia di Rimini e WWF è un'occasione importante di rilancio, anche economico, per tutto il nostro territorio, e non solo per la riserva".

 

Carlo Belluomini, Presidente dell'Associazione WWF di Rimini, punta sulla "sfida culturale, ambientale ed organizzativa che da oggi abbiamo davanti a noi. Se sapremo mantenere il clima di reciproca stima e collaborazione avuto fino ad oggi, sono fiducioso che riusciremo insieme, non solo a fare un buon servizio, ma anche a dare un segnale importante a livello culturale ed educativo a tutta la comunità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -