Rimini, sit-in anti-Gelmini al Salone della Giustizia

Rimini, sit-in anti-Gelmini al Salone della Giustizia

Rimini, sit-in anti-Gelmini al Salone della Giustizia

RIMINI - Il ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini al Salone della Giustizia non era presebte, come annunciato, ma venerdì mattina i presidii contro la riforma dell'Università proseguono all'ingresso dei padiglioni della Fiera di Rimini. Da poco prima delle 10 circa 250 manifestanti si sono ritrovati nell'area a ridosso dell'entrata principale dell'Expo. Contemporaneamente si sono avviate due manifestazioni distinte, entrambi autorizzate dalla Questura.

 

Da una parte il sit-in del collettivo studentesco riminese (con la Facolta di Scienze della formazione in primo piano), dall'altra il raduno-assemblea della Cgil (in testa il segretario territoriale Graziano Urbinati) dove spiccano pure diverse bandiere di partito, da quelle della Federazione della Sinistra all'Italia dei Valori, attorno ad un'auto bianca addobbata di megafoni e cartelloni.

 

Per le forze dell'ordine sono presenti una quarantina di agenti ad hoc tra Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza in assetto antisommossa. Sono stati controllati anche i passeggeri che scendevano dal treno e chi entra nel quartiere fieristico. Sono stati esposti diversi striscioni anche sulle transenne che circondano i binari. Non si sono segnalati incidenti e il sit-in è proseguito in modo pacifico. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -