RIMINI – Sport: meno 15 giorni al via del 'Paganello'

RIMINI – Sport: meno 15 giorni al via del 'Paganello'

Rimini - Meno 15 esatti al fischio d’inizio della 17esima edizione del Paganello, l’appuntamento più atteso della Pasqua riminese.


Diciassette anni in cui, l’ultimate e più in generale il frisbee sportivo è cresciuto a Rimini e in tutta Italia.


A testimonianza di questo, basta osservare che anche in Italia è stata costituita una federazione nazionale FIFD Federazione Italiana Flyng Disc, membro ufficiale della Word Flying Disc Federation (WFDF) e della European Flying Disc Federation (EFDF), che raccoglie 20 club sparsi sul territorio nazionale e che cura, oltre la preparazione delle squadre nazionali che partecipano alle gare internazionali (la prima campionato europeo a luglio in Inghilterra), la formazione degli istruttori e la diffusione del frisbee.


Per quel che riguarda la nostra città, l’intenso lavoro fatto nei confronti dei ragazzi ha portato a una considerevole crescita sia del punto di vista numerico che qualitativo del mondo frisbeestico riminese. Importanti manifestazioni, come i mondiali di Freestyle oltre al Paganello, hanno messo Rimini al centro del panorama mondiale del frisbee, mentre la scuola riminese si conferma come valida a livello internazionale, non solo per la vittoria del Cota Rica al Paganello 2005, ma anche per i risultati raggiunti dai singoli atleti che giocano anche in altri campionati: ultima fra questi Emanuela Argilli, che con la sua squadra di San Francisco “Fury” si è aggiudicata l’UPA Chempionship.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emanuela, impara a giocare a ultimate a Rimini sua città natale, cresce sportivamente a Bologna durante gli studi e una volta sbarcata in America per lavoro nel 2004, continua a coltivare la sua passione per il frisbee fino a vincere il campionato americano, sicuramente uno dei più difficili al mondo.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -