Rimini, strade più sicure: incidenti in netto calo

Rimini, strade più sicure: incidenti in netto calo

Rimini, strade più sicure: incidenti in netto calo

RIMINI - Da più di 2500 incidenti verificatisi nel 2000 sulle strade riminesi ai circa 1700 accaduti nel 2010; dagli oltre 2400 feriti di undici anni fa ai 1600 dello scorso anno, con il più basso numero di vittime (12). A fotografare lo stato della sicurezza stradale nella città di Rimini è il bollettino annuale elaborato dall'Ufficio comunale di statistica, che monitora gli eventi grazie alla collaborazione di tutti gli organi di polizia che regolarmente forniscono i dati relativi ai sinistri.

 

Il nuovo bollettino analizza le statistiche degli incidenti stradali dal 2000 al 2010. Si conferma il trend che vede in diminuzione generale sia il numero dei sinistri, sia quello dei feriti e delle vittime. Pur in un contesto di costante incremento del traffico e dei veicoli, e di progressiva estensione del reticolo stradale, paragonando l'incidentalità del 2000 con quella del 2010 emerge una significativa riduzione della pericolosità delle strade riminesi, misurabile con parametri oggettivi: incidenti medi giornalieri passati da 7 a 4 e decessi annui più che dimezzati. Considerando il periodo 2001/2009, a Rimini i morti sono diminuiti dell'11% ed i feriti del 28%, mentre il parco auto circolante, sia invernale che estivo, è aumentato di circa il 18% (dato Istat).

 

Dal 2000 al 2010 gli incidenti totali sono calati nettamente, passando da 2585 a 1726. In diminuzione anche i feriti, che lo scorso anno sono stati 1661 (1711 nel 2009), ovvero 787 in meno rispetto a dieci anni prima. La media giornaliera dei feriti è passata nel decennio da 6 a 4.

 

Si arresta a 12 (6 maschi e 6 femmine) il numero dei decessi sulle strade, il più basso finora registrato: erano stati invece 29 nel 2000 (15 nel 2009). Dei 12 incidenti mortali, 11 hanno coinvolto utenti deboli: 2 pedoni femmine; 4 ciclisti (3 femmine e 1 maschio), 5 motociclisti maschi. Rimane invariata la fascia oraria in cui si verificano più incidenti mortali: dalle 20 alle 24. La giornata del sabato è invece l'unica non segnata da decessi per incidente stradale. Il trimestre estivo e quello autunnale sono quelli in cui si sono verificati più mortali.

 

Nel 2010 sono stati 3357 i veicoli coinvolti in incidenti, in maggioranza autovetture. La sinistrosità maggiore si è registrata nel mese di luglio, quando con il periodo estivo aumenta il numero di mezzi circolanti, mentre è stata sensibilmente minore a febbraio. Dai dati inoltre emerge che di sabato si verificano meno incidenti, mentre al giovedì (come per il 2009) la frequenza sale rispetto al resto della settimana. L'indice di lesività (numero medio di feriti ogni 100 incidenti) è minimo alle 5 del mattino, in corrispondenza ad un minimo di incidenti avvenuti. La fascia oraria in cui avvengono quotidianamente più incidenti è invece quella serale, dalle 18 alle 19.

 

Per quanto riguarda l'utenza su due ruote, si nota che l'indice di gravità (rapporto tra il numero dei decessi ed il numero degli infortunati per 100) è sensibilmente elevato per i motociclisti rispetto a ciclomotoristi: la cilindrata maggiore consente alte velocità che espongono maggiormente ai rischi e alle peggiori conseguenze in termini di danni alla persona.

 

La strada maggiormente interessata dagli incidenti è ancora la SS16, che specialmente nel periodo estivo registra un trend al rialzo rispetto agli altre stagioni. Sempre in estate si segnalano per incidentalità anche i viali della marina, in particolare i viali Regina Margherita e Tripoli. Considerando l'incidentalità per km, spiccano le vie Roma, Matteotti, Tripoli, Settembrini e XXIII Settembre.

Un'elaborazione particolare ha permesso infine di valutare l'influenza effettiva delle condizioni meteo sui sinistri. Valutando la sola frequenza degli incidenti in rapporto alle condizioni meteo, è preponderante la situazione di "tempo sereno" rispetto alle condizioni avverse.

Il bollettino sarà consultabile dai prossimi giorni sul sito del comune di Rimini, sezione statistica: https://statistica.comune.rimini.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -