Rimini, studenti in corteo contro la riforma Gelmini

Rimini, studenti in corteo contro la riforma Gelmini

RIMINI - Si è svolta venerdì mattina a Rimini la prima protesta in questo nuovo anno scolastico contro i tagli alla scuola pubblica e la riforma Gelmini organizzata da alcuni studenti medi riminesi.

Alle 8 alcune centinaia di studenti si sono riuniti in un presidio nel piazzale del Centro Studi dove per circa 2 ore hanno ribadito con forza la loro contrarietà ad una riforma c"he non mira a valorizzare l'importanza della formazione dei giovani ma soltanto a far tornare i conti ad un Governo che vuol far pagare la crisi economica ai cittadini e alle categorie sociali più deboli", secondo una nota.

 

La protesta si è poi spostata in centro storico dove gli studenti hanno simbolicamente improvvisato un sit-in in piazza Tre Martiri per poi dar vita ad un partecipatissimo corteo spontaneo per le vie del centro fino a giungere in piazza Cavour dove hanno gridato a tutta la città che "questa riforma sta rubando loro il futuro ed è solo il frutto di una crisi che non e' stata creata da loro ma da chi e' in parlamento, dalle banche, dall'economia, da chi gestisce la vita dei cittadini e ogni giorno continua ad arricchirsi e buttare continuamente fango sulle spalle di tutti".

 

Durante il presidio finale gli studenti hanno lanciato un altro importante appello: "il 16 ottobre partiremo dalla nostra città per partecipare dentro lo spezzone "Uniti contro la crisi" al corteo lanciato dalla Fiom a Roma, uno spazio pubblico di movimento e in movimento per rendere forti e possibili tutte le battaglie che abbiamo di fronte".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di alessio di benedetto
    alessio di benedetto

    Smettiamola di chiamarla riforma: sparare una cannonata su una vecchia casa non significa ristrutturarla. La Gelmini ha distrutto la scuola pubblica in nome di quella confessionale-cattolica. da: LA RELIGIONE CHE UCCIDE COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ (Nexus Edizioni), giugno, 2010.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -