Rimini, taglio del 5 per mille. L'assessore Galasso: "Un rischio per lo sviluppo"

Rimini, taglio del 5 per mille. L'assessore Galasso: "Un rischio per lo sviluppo"

Rimini, taglio del 5 per mille. L'assessore Galasso: "Un rischio per lo sviluppo"

RIMINI - Lo scorso 12 novembre la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha stabilito di destinare 100 milioni di euro al 5 per mille, a fronte dei 400 milioni destinati l'anno precedente, operando un taglio del 75 per cento rispetto alle risorse prima disponibili, con conseguente diminuzione dei fondi riservati alle organizzazioni no-profit che operano nel nostro Paese. Nel 2010 la provincia ha visto la presenza di 168 organizzazioni di volontariato.

 

Di queste il 43,8 per cento ha chiesto di poter accedere ai contributi del 5 per mille. Secondo l'Assessore ai Servizi sociali Mario Galasso «si tratta di un dato significativo, che denota la capacità del nostro territorio di agire all'insegna dei principi fondamentali della solidarietà».

 

L'Assessore Galasso intende anche fare alcune valutazioni riguardo ai tagli compiuti attraverso la legge di stabilità attualmente discussa dal Parlamento: «La riduzione compiuta dalla Commissione Bilancio della Camera assume un duplice valore, sia simbolico sia pratico: innanzi tutto evidenzia la mancanza di attenzione per le innumerevoli realtà che operano nel territorio in ambiti importanti per la vita sociale e culturale dei cittadini; in secondo luogo i tagli rischiano fortemente di compromettere lo sviluppo e il consolidamento della sussidiarietà sociale, mettendo un freno alle organizzazioni no-profit già attive a quelle in procinto di nascere». 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -