Rimini, teatro “Amintore Galli”: via libera al progetto esecutivo

Rimini, teatro “Amintore Galli”: via libera al progetto esecutivo

Rimini, teatro “Amintore Galli”: via libera al progetto esecutivo

RIMINI - La Giunta comunale ha approvato martedì pomeriggio il progetto esecutivo di ricostruzione del teatro "Amintore Galli", elaborato dal Gruppo di progettazione del Comune di Rimini in modo da completare l'intera struttura teatrale e restituirla alla città. Il progetto esecutivo prevede la realizzazione di opere, strutture e impianti della sala e del palcoscenico del teatro Galli articolando i lavori per interventi distinti, separati e funzionali all'intera opera.

 

Il primo intervento è di natura archeologica preliminare e propedeutico, da attuare con specifico appalto; il secondo di carattere generale costruttivo della struttura e delle opere, da attuare con appalto organizzato in un lotto per le opere di scavo e l'esecuzione delle strutture di fondazione ed in un lotto per l'esecuzione delle opere, strutture e impianti del Teatro. Il terzo intervento è la realizzazione  della fornitura e posa in opera di apparati decorativi ed arredi, da attuare con specifico appalto; mentre il quarto delle opere relative alla meccanica di scena, da attuare con specifico appalto.

 

La suddivisione per interventi separati rappresenta un fattore essenziale di razionalizzazione coerente e controllabile delle varie fasi specialistiche di realizzazione, e mira ad ottimizzare i risultati tecnico-economici dell'intervento per garantire da un lato il minor disagio possibile per la città nelle varie fasi esecutive, e dall'altro il miglior livello estetico funzionale, acustico, artistico e culturale dell'opera.

 

La scelta di scorporare dall'appalto principale gli interventi che riguardano le forniture e le lavorazioni specialistiche per la riproduzione e posa in opera delle decorazioni, dei tessuti, dei corpi illuminanti, degli arredi e della meccanica di scena intende in particolare raggiungere gli obiettivi di elevata qualità artistica, acustica e tecnologica espressamente richiesti dal Ministero per i Beni e le attività culturali e dalle competenti Soprintendenze.

 

A garanzia della qualità l'Amministrazione comunale procederà direttamente all'individuazione, attraverso gara con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, di sapienti ditte artigiane specializzate nel settore del restauro, del decoro e degli arredi, evitando così le ordinarie procedure di subappalto. Allo stesso modo, per i lavori che riguardano la meccanica di scena, con apposita gara l'Amministrazione selezionerà imprese specializzate di grande valore per avere la garanzia che queste possano intervenire in parallelo con l'impresa principale sugli aspetti scenografici ed acustici.

 

Il teatro Galli sarà una struttura estremamente avanzata sotto il profilo tecnologico, in grado di ospitare ogni forma di spettacolo, anche di ultima generazione. E' stata perciò predisposta anche la documentazione tecnica di un quinto intervento per la fornitura e posa in opera di apparati scenografici accessori, strettamente connessi con le scelte che caratterizzeranno il futuro cartellone di spettacoli. La scelta di tali apparati sarà compiuta dall'Amministrazione e dal gestore delle attività teatrali ad avvenuto completamento del teatro Galli.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il costo complessivo dell'intervento è di 30.196.869,84 euro, completamente finanziati. Il progetto si inquadra nel più ampio programma di valorizzazione e riscoperta delle origini storiche e delle opere architettoniche della città, rappresentando la chiave di volta di un sistema di interventi che ha come obiettivo la riqualificazione del settore ricompreso tra le piazze Malatesta, Cavour e Ferrari, il ponte di Tiberio e i Bastioni Occidentali attraverso la valorizzazione degli edifici storici.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -