Rimini: tenta di aprire conto bancoposta con documento falso, arrestato

Rimini: tenta di aprire conto bancoposta con documento falso, arrestato

Rimini: tenta di aprire conto bancoposta con documento falso, arrestato

RIMINI - Si è presentato presso gli sportelli bancoposta per aprire un conto e richiedere finanziamenti o il rilascio di carte postepay. Il tutto mostrando una carta d'identità falsa, appartenente ad un cittadino bolognese che ne aveva denunciato lo smarrimento. Gli agenti della Polizia delle comunicazioni di Rimini hanno tratto in arresto un pregiudicato aretino di 46 anni, residente a Meldola. Si tratta di G.A., condannato per direttissima ad un anno e 10 mesi.

 

Il truffatore, inoltre, dovrà rispondere anche di una sanzione di 4.500 euro oltre al pagamento delle spese processuali. Le indagini della Polizia Postale sono scattate in seguito alla segnalazione di Poste Italiane riguardanti personaggi sospetti, il più delle volte non residenti a Rimini, che si presentavano ai loro sportelli per aprire conti bancoposta. E' stato appurato che ai dipendenti venivano mostrati dei documenti falsi, alcuni dei quali appartenenti a persone che ne avevano denunciato lo smarrimento.

 

Il 46enne è stato colto in flagrante dal personale della Polizia Postale mentre si presentava presso gli uffici di consulenza finanziaria delle poste di Rimini per chiedere informazioni riguardanti l'apertura di un conto corrente postale. In suo possesso è stata trovata una carta d'identità, appartenente ad un cittadino bolognese (che ne aveva denunciato lo smarrimento)  sulla quale era stata applicata ad hoc la sua foto. Processato per direttissima dal giudice del Tribunale di Rimini è stato condannato con l'accusa di tentata truffa, ricettazione, e fabbricazione di documenti falsi ad un anno e 10 mesi di reclusione oltre ad una sanzione di 4.500 euro ed al pagamento delle spese processuali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre la Polizia Postale ha denunciato in stato di libertà un pluripregiudicato veronese di 36 anni residente a Reggio Emilia, R.G. le sue iniziali, che gli era stato vietato di entrare nel comune di Rimini. L'individuo, usando la fotocopia della propria carta d'identità denunciata smarrita nel 2006 alla quale aveva contraffatta la data di rilascio e scadenza, era riuscito ad aprire un conto corrente postale sul quale erano state depositate alcune migliaia di euro. Quando giovedì pomeriggio si è presentato negli uffici postali di Rimini per incassare il denaro, ad attenderlo vi erano i poliziotti che l'hanno fermato e denunciato. Gli agenti hanno provveduto a sequestrare il conto corrente postale. Ignota la provenienza del denaro sul quale sono in corso indagini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -