Rimini Terme approva il bilancio 2010: +7,7% di fatturato

Rimini Terme approva il bilancio 2010: +7,7% di fatturato

Rimini Terme approva il bilancio 2010: +7,7% di fatturato

RIMINI - Nei giorni scorsi l'Assemblea dei Soci di Riminiterme ha approvato il bilancio di esercizio 2010 esprimendo un giudizio positivo sui risultati raggiunti. Quattro i dati di sintesi che confermano la positività dei notevoli investimenti effettuati da Riminiterme negli ultimi tre anni. Il settore della cura, della prevenzione e del benessere, particolarmente nel territorio riminese, unitamente al turismo termale, è fra quelli che maggiormente ha ‘tenuto' rispetto all'andamento generale dell'economia.

 

Aumento del fatturato di esercizio (2010) del 7,7%

Aumento del numero dei clienti 2009-2010 di circa 900 unità.

Mantenimento del flusso di cassa, generando direttamente le risorse finanziarie necessarie per gli investimenti (nel 2010 euro 430.000).

Utile di esercizio al lordo delle imposte pari ad euro 250.372

 

"il fatto che mi pare più significativo accennare - dichiara Giovanni Panciroli Presidente di Riminiterme - è quello di essere riusciti a crescere nell'ultimo triennio del 23% intermini di fatturato e del 15% come numero di clienti, mentre diversi settori economici hanno visto i loro ricavi diminuire costantemente. Il settore termale/benessere, ha fronteggiato la crisi, proseguendo nel suo percorso di rivisitazione delle cure sanitarie tradizionali verso una valorizzazione sempre più specializzata dell'area definita con il termine vasto di ‘benessere', salvaguardando e anzi incrementando l'occupazione dei lavoratori, vero patrimonio della società.

 

Per Riminiterme, l'aumento del numero dei clienti di circa 900 unità nel 2010 (3.700 negli ultimi tre anni), conferma che negli ultimi anni sempre più persone hanno riscoperto i benefici delle cure e dei trattamenti termali, ovvero basati sull'utilizzo di acqua di mare (talassoterapia), e suoi derivati, come alghe, fanghi; un termale inteso non solo come cure legate al servizio sanitario, come scelta di un benessere naturale, con risvolti spesso curativi.

 

Questo trend positivo è dovuto anche agli investimenti fatti nella direzione di una riqualificazione ed ammodernamento della struttura, con la realizzazione di ambienti di qualità, dotati di strumentazioni all'avanguardia e in grado di erogare servizi esclusivi sotto controllo medico. Riminiterme, nell'ambito dell'esercizio 2010, grazie al buon flusso di cassa ha potuto effettuare una serie di importanti investimenti: sono stati implementati alcuni impianti tecnologici, migliorate alcune aree e acquistate nuove attrezzature. Gli investimenti proseguono anche nel 2011, infatti sono stati avviati lavori per circa 500.000 euro nei reparti della riabilitazione in acqua, nella fangobalneoterapia e nel centro benessere.

 

L'area wellness di Riminiterme ha visto crescere la clientela del 11,8% mentre il fatturato è aumentato del 10%; il reparto con la migliore performance è proprio il Centro Benessere che ha visto aumentare il fatturato del 9%. Questo indice conferma le potenzialità del reparto, per il quale sono stati fatti investimenti strutturali qualitativi e introdotti nuovi servizi da proporre ad una clientela sempre più esigente e in cerca di risultati tangibili e per rispondere al meglio anche alla richiesta della clientela turistica che abbina al soggiorno la possibilità di accedere a servizi di benessere di qualità, vero valore aggiunto del mercato turistico wellness.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -