Rimini, tornano a maggio le 'Fattorie Aperte'

Rimini, tornano a maggio le 'Fattorie Aperte'

Rimini, tornano a maggio le 'Fattorie Aperte'

RIMINI - Domenica 8 maggio, ritorneranno - nella consueta edizione primaverile - le "Fattorie Aperte": ben 185 aziende agricole (da Piacenza a Rimini) che, per tre domeniche consecutive di maggio, apriranno i cancelli al pubblico per raccontare i saperi e i sapori che caratterizzano un patrimonio agroalimentare di riconosciuta salubrità, tradizione e cultura. Le "fattorie aperte" riminesi saranno ben 14, e proporranno visite guidate tra frutteti, escursioni nel bosco e tanto altro.

 

Ma non solo: previste anche degustazioni di prodotti tipici e aziendali, dimostrazioni pratiche (ad esempio, fare i formaggi, giochi e mestieri di una volta, intreccio vimini) che permetteranno a chi vive in città di scoprire l'identità rurale e l'autenticità delle tradizioni gastronomiche, con l'obiettivo di promuovere un'agricoltura di qualità e un rapporto più stretto tra cittadini e mondo rurale.

 

L'iniziativa "Fattorie Aperte" ha raggiunto il traguardo delle 13 edizioni ed è un evento ormai consolidato e molto atteso da singoli cittadini, famiglie e gruppi.

 

Le aziende riminesi sono state accuratamente selezionate, nell'ambito della realtà agricola provinciale, per l'adozione di sistemi di produzione rispettosi dell'ambiente, quali produzioni biologiche o integrate e strumenti di certificazione della qualità.

Un'occasione, dunque, per scoprire (o riscoprire) il proprio territorio, le produzioni tipiche che lo caratterizzano, i prodotti a marchio Dop e Doc che ci appartengono, un viaggio attraverso le aziende in rappresentanza di una realtà agricola provinciale che, oltre alla Dop Colline di Romagna per l'olio extra vergine di oliva, ha ottenuto sei Doc per i vini, ultima delle quali (in ordine di tempo) la recente "Colli di Rimini Sangiovese Doc".

 

"L'auspicio - ha commentato l'Assessore all'Agricoltura della Provincia di Rimini, Jamil Sadegholvaad - è che l'iniziativa possa costituire per tutti un'occasione di nuove esperienze, una giornata a contatto con la natura e col mondo rurale, per consolidare il legame col territorio e con le sue aziende agricole".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Aspetto non secondario è quello di fornire strumenti ai cittadini per essere sempre più soggetti consapevoli rispetto ai consumi alimentari, spesso sacrificati alle insalubri esigenze di una vita quotidiana da ritmi troppo accelerati. Obiettivo, quest'ultimo, che rientra appieno tra le prerogative della legge regionale 29 del 2002, destinata dall'Emilia-Romagna all'educazione alimentare e all'orientamento ai consumi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -