Rimini, tornano 'a casa' otto opere del Museo degli Sguardi

Rimini, tornano 'a casa' otto opere del Museo degli Sguardi

Rimini, tornano 'a casa' otto opere del Museo degli Sguardi

RIMINI - Tornano a Rimini, nella propria sede del Museo degli Sguardi, le otto opere prestate dal 4 dicembre 2009 al 27 giugno 2010 al Museo di Santa Giulia di Brescia per la mostra "Inca. Origine e misteri delle civiltà dell'oro" e successivamente alla Pinacothèche di Parigi per la mostra dal titolo "L'or des Incas".  Parliamo di oggetti della collezione del Museo degli Sguardi: sei reperti appartenenti alla cultura Nasca del Precolombiano sviluppatasi prima degli Incas tra il 100 e il 600 d.C

 

(abito con teste di trofeo, zucca con divinità felinica, testa trofeo con capelli intrecciati, ciotola in ceramica con teste trofeo, vaso ‘florero', personaggio in ceramica), a cui si aggiungono una bordura di tessuto di lana della Cultura Paracas, datata fra il 200 a.C. e il 100 d.C., e una testa lignea per fardo funerario della Cultura Chancay (900-1470 d.C.). Oggetti di straordinaria bellezza che, grazie alla presenza nelle due mostre, sono stati ammirati complessivamente da quasi 700.000.

 

L'augurio ora è che anche a Rimini, nella sede naturale del Museo degli Sguardi di Covignano, i reperti continuino ad essere visti e ammirati.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -