Rimini, tragedia all'Italia in miniatura. La giostra non ha colpe

Rimini, tragedia all'Italia in miniatura. La giostra non ha colpe

Rimini, tragedia all'Italia in miniatura. La giostra non ha colpe

RIMINI - La giostra non ha colpe. La Procura della Repubblica di Rimini non ha disposto l'autopsia per la morte di Laura Cristofoletto, la turista trevigiana di 46 anni deceduta domenica pomeriggio sullo "sling shot" dell'Italia in miniatura. Conferme sono state trovate guardando le immagini del filmato che viene girato sull'attrazione ogni qualvolta che qualcuno sale per esser venduto a 8 euro. La turista è rimasto allegra e sorridente per una trentina di secondi.

 

Quindi improvvisamente la testa si è riversata all'indietro e le braccia sono cadute verso il basso. L'amica che si trovava con lei non se n'è neppure accorta del dramma che si stava consumando. Anzi, quando la "fionda" si è fermata l'ha presa per mano. Nel frattempo l'Italia in miniatura ha espresso "il più profondo rammarico e le condoglianze ai familiari della vittima", precisando che lo "sling shot", al parco da nove anni, non ha provocato mai problemi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -