Rimini, trovato il cadavere del pescatore disperso in mare

Rimini, trovato il cadavere del pescatore disperso in mare

Rimini, trovato il cadavere del pescatore disperso in mare

RIMINI - E' stato trovato giovedì mattina intorno alle 9 il cadavere di Renato Pecci, il pescatore riminese di 46 anni disperso in mare da mercoledì. L'allarme era scattato intorno alle 11. Alcune ore dopo è stata individuata la sua imbarcazione alla deriva in movimento con la marcia inserita. Le operazioni di ricerca hanno tenuto impegnati i militari della Guardia Costiera di Rimini con un grande dispiegamento di imbarcazioni, coadiuvati dall'elicottero dei Vigili del Fuoco.

 

L'uomo era uscito da solo con la sua imbarcazione intorno alle 7 del mattino per calare le reti a circa 3 miglia dalla costa. Poi nessuna notizia ed il ritrovamento della barca. Secondo alcune indiscrezioni a bordo dell'imbarcazione sarebbero state trovate quattro nasse, una delle quali con la cima tagliata di netto. Le ricerche, interrotte mercoledì sera per il calare delle tenebre, sono riprese giovedì alle prime luci dell'alba.

 

Sono state pertanto impiegate le motovedette CP 2107 e CP 612 della Guardia Costiera di Rimini, la motovedetta V 2013 e l'elicottero della Guardia di Finanza di Rimini. Hanno inoltre ripreso il pattugliamento anche le unità da pesca della locale marineria. Alle 8 il motopesca Gianluca, impegnato nelle operazioni di ricerca, ha comunicato il ritrovamento, a circa 1,7 miglia dal porto di Rimini, del corpo del disperso.

 

Il corpo si trovava immerso sott'acqua in quanto ancora impigliato nella cima di una nassa. Le motovedette sono state pertanto dirottate in zona per procedere alle operazioni di recupero del corpo, che è pertanto stato trasportato in porto ove è giunto alle 9:15. Sono tutt'ora in corso le indagini per accertare le cause e le circostanze dell'evento, a cura della Capitaneria di Porto di Rimini.

 

Dai primi accertamenti sembrerebbe che il marittimo sia accidentalmente caduto in acqua e sia rimasto impigliato nella cima della nassa. E' stato altresì informato il magistrato di turno dott. Davide Ercolani. Il corpo una volta recuperato è stato riportato in porto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -