Rimini, truffa sul web. Denunciato giovane romeno

Rimini, truffa sul web. Denunciato giovane romeno

Rimini, truffa sul web. Denunciato giovane romeno

RIMINI - Sostituzione di persona, accesso abusivo a sistema informatico, detenzione di codici di accesso a sistema informatico e truffa. Sono la sfilza di accuse per le quali gli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Rimini hanno denunciato un romeno di 20 anni, residente a Santarcangelo con un regolare lavoro. Le indagini sono scattate in seguito ad accertamenti svolti sul giovane straniero che nel giro di pochi giorni aveva incassato diversi vaglia online.

 

La Polizia ha rintracciato i mittenti dei vaglia, una decina, che hanno detto di aver acquistato sul portale di aste online eBat un telefono cellulare di ultima generazione al prezzo di 220 euro, non ancora ricevuto. Gli accertamenti sull'utente del portale di aste online ha permesso di scoprire che alcuno si era impossessato illecitamente del nickname e della password, per mettere successivamente in vendita i telefoni cellulari.

 

Il lavoro degli inquirenti ha permesso di individuare una banda di hacker che operava dalla Romania, avvalendosi in Italia di un connazionale di 20 anni. I truffatori entravano illecitamente sul sito web di un accreditato venditore e pubblicava falsi annunci di vendita di telefoni cellulari di ultima generazione con lo scopo di ricevere i corrispettivi in denaro e far ricadere le responsabilità sull'ignaro utente e-Bay.

 

Il cittadino rumeno residente in Italia, che avena il compito di incassare all'ufficio postale i numerosi vaglia online spediti dai vari acquirenti, è stato rintracciato e denunciato per i reati di concorso in sostituzione di persona, accesso abusivo a sistema informatico, detenzione di codici di accesso a sistema informatico e truffa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -