RIMINI - Turismo, in Polonia un mercato di grande interesse

RIMINI - Turismo, in Polonia un mercato di grande interesse

RIMINI - Quali tendenze e opportunità per il mercato delle attrezzature turistiche nella Polonia meridionale? Su questo tema al SIA GUEST di Rimini Fiera (56esimo Salone Internazionale dell’Accoglienza, aperto fino a domani) l’ICE di Varsavia ha portato un’indagine ACNielsen di grande interesse per le imprese italiane che operano nel settore horeca.


“L’area di cui parliamo occupa un quarto dell’intero territorio polacco, ma raggruppa ben un terzo della popolazione complessiva – spiega Francesco Alfonsi, Direttore Generale dell’ICE di Varsavia - Qui si trovano zone turisticamente famose come quelle dei monti Tatra, o dei Sudeti, ricche di parchi nazionali; località celeberrime come Zakopane, capitale degli sport invernali; luoghi di pellegrinaggio di fede come Czestochowa o Wadowice, o della memoria come il campo di concentramento di Auschwitz”.


In questo territorio, in cui l’incoming è cresciuto del 24% nel 2004, contro il 18% del resto della Polonia, i turisti spendono circa 28 euro al giorno, 125 euro a persona (la media dei soggiorni è di poco più di quattro giorni). Qui, grazie anche a prezzi molto competitivi rispetto al resto dell’Europa, negli ultimi anni sono nati resort e spa, che hanno portato il totale delle strutture dell’ospitalità a 2.475 unità, contro le 6.972 totali del Paese.


“E’ interessante però notare come oltre un terzo tra hotel e motel sia stato costruito negli anni del Comunismo ed oggi presenti una forte domanda di rinnovamento – sottolinea Marek Klajda, ricercatore ACNielsen – e che nel settore del catering appena il 40% delle strutture turistiche si è adeguato alle disposizioni europee sull’haccp. Il comparto della ristorazione è forse quello di maggior espansione, grazie anche allo sviluppo di grandi centri commerciali dove trovano spazio molte aree dedicate al food & beverage”.


Da non dimenticare che la Polonia è uno dei maggiori beneficiari dei fondi strutturali messi a disposizione dall’Unione Europea. E nei programmi di sviluppo il turismo occupa una posizione preminente. Fra le attrezzature più richieste figurano quelle per la ristorazione, per i servizi di lavaggio stoviglie e di lavanderia, per discoteche, centri fitness e sportivi, per spa e centri riabilitazione. E poi, ancora, tessuti per la tavola e letti, sistemi di sicurezza, forniture di design.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’indagine sarà a breve disponibile in italiano sul sito dell’ICE: www.ice.gov.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -