Rimini: tutto pronto per la terza edizione dell'Ecorally

Rimini: tutto pronto per la terza edizione dell'Ecorally

RIMINI - E' stata presentata questa mattina allo storico Caffè delle Rose di Rimini la terza edizione dell'Ecorally Rimini - San Marino - Città del Vaticano e la seconda edizione del Trofeo Città di Rimini, competizioni di regolarità e consumo riservate a veicoli alimentati a carburanti "ecologici".

 

La SMRO (San Marino Racing Organization) sotto l'egida della Fams (la Federazione automotoristica di San Marino) e con la collaborazione dell'Assessorato all'Ambiente della Provincia e del Comune di Rimini e della Segreteria di Stato allo Sport e al Turismo della Repubblica di San Marino organizza da tre anni a questa parte un Ecorally internazionale. Si tratta di una gara di regolarità che tocca tre diversi stati, San Marino, Città del Vaticano e ovviamente l'Italia, la cui terza edizione è in programma in questo week end, venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 settembre. Si tratta una corsa aperta a tutti, professionisti del volante e "piloti" senza alcuna esperienza. L'importante è avere a disposizione una vettura alimentata con i carburanti "giusti". E', soprattutto, una corsa voluta e studiata per portare avanti il messaggio della mobilità ecosostenibile.

 

Si comincia venerdì pomeriggio con un gustoso "assaggio", aperto a tutti, anche a chi non ha assolutamente esperienza di competizioni: il Trofeo Città di Rimini. Su un circuito che tocca i punti più suggestivi della città, dalla zona di Marina Centro (la partenza è in piazzale Boscovich) al centro storico (Piazza Malatesta, Corso d'Augusto, l'Arco) i concorrenti dovranno confrontarsi con il cronometro in una prova di precisione, non di velocità. Per partecipare appunto basta avere a disposizione una vettura alimentata con carburanti alternativi (gpl, metano, elettrico, ibrido, ecc.) e pagare una simbolica quota di iscrizione (20 euro).

 

L'indomani mattina partirà l'Ecorally vero e proprio, che da Rimini toccherà la Repubblica di San Marino e tutti i luoghi più suggestivi del Centro Italia, fino ad arrivare alle porte di Roma. Da dove, la domenica mattina, partirà l'ultimo breve tratto di questa divertente competizione che porterà i concorrenti sino a Castel Gandolfo, dove al termine della gara -e prima del pranzo finale con le premiazioni - sarà possibile assistere all'Angelus di Papa Benedetto XVI.

 

Il terzo ecorally è sì una gara, ma soprattutto un'occasione per portare avanti un importante messaggio sociale: la necessità di proseguire sulla strada di una mobilità ecosostenibile. Un messaggio che è recepito sempre di più dagli automobilisti, anche per più venali ragioni legate al caro-benzina. Secondo le rielaborazioni del centro studi del Consorzio Ecogas su dati del Ced - Ministero dei Trasporti infatti nel primo semestre del 2008 sono già più di 200 mila gli autoveicoli di nuova immatricolazione o trasformati a gas, dove per gas s'intende a gpl e metano. Una cifra importante che fa prevedere il superamento di quota 300 mila veicoli che entro la fine del 2008 circoleranno alimentati a gas.

 

Nel corso della conferenza stampa l'Assessore all'Ambiente della Provincia di Rimini Cesarino Romani ha evidenziato l'impegno della Provincia in tutte le iniziative che contribuiscono a promuovere il miglioramento della qualità dell'aria. "La Provincia di Rimini partecipa all'Ecorally sin dalla prima edizione - ha spiegato l'Assessore Romani - perché il nostro desiderio è di dare un contributo importante per la mobilità ecosostenibile". La Provincia sarà presente con alcuni propri mezzi e lo stesso assessore Romani ha annunciato la sua partecipazione come concorrente, così come farà l'assessore allo Sport Fabrizio Piccioni.

 

L'Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Rimini, Andrea Zanzini, ha puntato soprattutto sulla seconda edizione del Trofeo Città di Rimini. "E' un'occasione importante per promuovere l'utilizzo di veicoli con un impatto ambientale assolutamente ridotto, e che ci permette di dimostrare l'assoluta convenienza e praticità degli automezzi alimentati con carburanti alternativi". L'Assessore Zanzini ha ‘confessato' di essersi da qualche tempo convertito al metano: "Si fa in fretta ad acquisire un'abitudine all'utilizzo di questi carburanti, un comportamento virtuoso che si unisce anche alla convenienza: con meno di 20 euro si possono percorrere oltre 400 chilometri. E parlando di mezzi ecosostenibili non ci si riferisce più soltanto alle macchine, ma anche ai veicoli più grandi, come i furgoni, da utilizzare anche per lavoro. Come Comune stiamo rinnovando il parco auto in questo senso".

 

La Repubblica di San Marino era rappresentata da Paolo Crescentini, della Segreteria di Stato per il Turismo e lo Sport. "Sin dal principio San Marino ha deciso di dare il suo appoggio a questa bella manifestazione sportiva, che porta avanti un messaggio importante, quello dell'ecologia e della mobilità ecosostenibile. Un progetto a cui crediamo e a cui confermiamo l'appoggio anche per le prossime edizioni".

 

Infine gli aspetti tecnici della gara sono stati illustrati da Ennio Morri, responsabile della SMRO e delegato FIA per le energie alternative. "Quest'anno è stato invertito il percorso, che in passato partiva da Città del Vaticano e arrivava sino a Rimini, per due motivi: innanzitutto si entrava a tarda ora in città, e non c'era così la possibilità di avere la meritata vetrina, e poi la gara era necessariamente tutta una lunga ‘tirata' per concludere in giornata. Quest'anno invece si partirà sabato mattina da Rimini, la prima Prova Speciale arriverà sino alla Porta di San Francesco a San Marino, quindi il percorso prenderà la via di Montefiore Conca, Gubbio (seconda Prova Speciale denominata Repubblica Italiana), Torchiagina dove ci sarà il rilievo a tempo della terza Prova Speciale denominata San Francesco d'Assisi. E ancora Torgiano, dove è previsto un riordino con visita alle rinomate Cantine Lungarotti e l'arrivo a Roma, zona Casilina, dove si chiuderà la prima giornata di gara. Domenica mattina alle 9.30 partirà l'ultima breve prova speciale, da Frascati a Castel Gandolfo, che chiuderà la gara". I concorrenti come dicevamo avranno l'opportunità di assistere all'Angelus e ricevere lo speciale saluto del Santo Padre. "Le premiazioni - conclude Ennio Morri - saranno effettuate nel ristorante Capodarco di Grottaferrata, gestito da una comunità di portatori d'handicap, perché abbiamo deciso di concludere queste intense giornate con un altro messaggio positivo".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ulteriori informazioni sull'Ecorally e per le iscrizioni è possibile consultare il sito internet www.ecorally.eu.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -