Rimini, un motociclista riminese torna a correre all'isola di Man

Rimini, un motociclista riminese torna a correre all'isola di Man

RIMINI - Torna a correre all'isola di Man un pilota riminese. Dopo il mitico Renzo Pasolini sarà il il giovane motociclista riminese Tommaso Totti a misurarsi con le insidie del circuito stradale inglese. A fargli sentire l'affetto e il tifo della città alla vigilia della partenza per l'isola di Man è stata l'assessore allo Sport Donatella Turci che giovedì ha voluto ricevere il ventunenne pilota in Residenza comunale per un sentito "in bocca al lupo".

 

Non sarà il leggendario "Tourist Trophy", tappa del motomondiale fino al '76 quando venne escluso dal calendario iridato per l'eccessiva pericolosità del circuito, ma il "Manx Grand Prix", che con la più blasonata gara divide il luogo e le insidie di un circuito stradale: il "Mountain Circuit", lungo poco più di sessanta chilometri da percorrersi quattro volte.

 

"Correre all'isola di Man - ha detto Tommaso al termine dell'incontro - è il mio sogno da quando ho iniziato a correre in moto, emozionato all'idea di potermi cimentare sulle strade dove hanno corso i più grandi campioni dello sport che amo. Un ringraziamento profondo a tutti coloro che hanno creduto in me e reso possibile che questo sogno si avveri."

 

Tommaso Totti, impegnato quest'anno nella classe Supersport 600 del Campionato italiano velocità (CIV) e nella classe superstock della Mototemporada Romagnola dove sta raccogliendo ottimi risultati, correrà con le Yamaha 600 del team riminese WRM nella categoria "Newcomers", la classe riservata a coloro che partecipano per la prima volta al Manx GP.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -