RIMINI - Un 'mito' per abbellire la città

RIMINI - Un 'mito' per abbellire la città

RIMINI - Il Comune di Rimini ha siglato il protocollo d’intesa con il Museo Itinerante Temporaneo (M.I.TO) per un inedito progetto di comunicazione sulla città con forti connotazioni d’arredo urbano.


Si tratta infatti di un accordo sperimentale (durata un anno) che prevede la pubblicazione di immagini del patrimonio storico-artistico cittadino o di carattere sociale, in particolare sui ponteggi e muri perimetrali di cantieri edili e di edifici in stato di degrado.


Così come accade in diverse città europee, l’iniziativa ha un duplice scopo:

veicolare immagini e campagne di comunicazione, visivamente molto evidenti, nelle diverse aree della città e ridurre l’impatto ambientale di cantieri edili e/o edifici abbandonati.


Tutto ciò anche con l’intento di contrastare ‘affissione selvaggia’, vale a dire la cartellonistica non autorizzata verso la quale l’Amministrazione Comunale di Rimini ha assunto negli ultimi tre anni misure molto restrittive.


In questa fase sperimentale i limiti quantitativi sono i seguenti: 5 impianti nel centro storico, 10 nella fascia a mare, 5 a copertura di edifici abbandonati o in evidente degrado, 10 nelle restanti zone. Il Comune di Rimini, che definisce e sceglie insieme a M.I.TO. le immagini da affiggere, concede al progetto il suo patrocinio con le esenzioni previste per le immagini e i messaggi che non hanno contenuto commerciale.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -