Rimini, uomo d'affari liberato dalla Squadra Mobile dopo quattro giorni di prigionia. Nove arresti

Rimini, uomo d'affari liberato dalla Squadra Mobile dopo quattro giorni di prigionia. Nove arresti

Rimini, uomo d'affari liberato dalla Squadra Mobile dopo quattro giorni di prigionia. Nove arresti

RIMINI - Uomo d'affari di origine turca e nazionalità statunitense liberato dagli agenti della Squadra Mobile di Rimini. L'operazione, coordinata dal sostituto procuratore della repubblica della Direzione distrettuale antimafia di Bologna, ha portato all'arresto di nove persone in diverse parti d'Italia (Roma, Verona, Pavia, Palermo e Siena). Tutti dovranno rispondere dell'accusa di sequestro di persona a scopo di estorsione e possesso illegale di arma da fuoco.

 

La vittima- spiega una nota della polizia - è Adnan Sakli, sottoscrittore di valuta corrente e proprietario di un istituto di credito statunitense, con il quale la gang avrebbe goduto di una transazione monetaria di 27 miliardi di euro in cambio della liberazione dell'ostaggio. Sakli, cardiopatico grave e sottoposto a intensa cura farmacologica, sarebbe deceduto se fosse rimasto privo per giorni dei medicinali di cui ha bisogno.

 

Il sequestro risale il 14 maggio scorso. Secondo una prima sommaria ricostruzione dei fatti, l'uomo, 55 anni, è stato preso con forza da un commando di cinque persone dall'abitazione nella quale stava alloggiando in quel momento. Sotto la minaccia di una pistola è stato costretto a salire a bordo di un camper. La prima notte di prigionia sarebbe trascorsa in un agriturismo di Chiusi, in provincia di Siena. L'indomani è stato trasferito a Roma. L'ostaggio è stato liberato il 18 maggio.

 

In quel momento si trovava a bordo di una vettura con quattro rapinatori a bordo. Sembra che volessero portarlo da un notaio per il trasferimento a loro favore di titoli e fondi per 27 milioni. Il lavoro degli inquirenti ha portato all'individuazione degli altri cinque componenti della banda.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -