RIMINI - Via libera in Consiglio provinciale a Bilancio e Palacongressi

RIMINI - Via libera in Consiglio provinciale a Bilancio e Palacongressi

RIMINI - Una lunga e costruttiva discussione in Consiglio provinciale ha dato il via libera nei giorni scorsi al bilancio 2007 e pluriennale 2007-2009, e al Palacongressi di Rimini.


Nel corso del dibattito sempre più marcato il solco che si è creato tra i due consiglieri di Rifondazione e la maggioranza. Pizzagalli ha proposto sei emendamenti al bilancio: tutti bocciati. Accolti invece gli emendamenti proposti dall’assessore Fabrizio Piccioni a nome della Giunta: emendamenti che aumentano fondi per realizzare alcuni progetti come i Comuni animati, l’incremento per il piano rifiuti, la messa in sicurezza della provinciale 35 e le attrezzature del liceo lunguistico di via del Pino. Il consigliere dei Verdi, Luigino Garattoni ha ritirato i propri emendamenti perché accolti nella futura programmazione di Giunta, così come Pierpaolini che ne aveva presentato uno per la messa in sicurezza della provinciale 35 nel tratto Santa Maria del Monte San Rocco di Saludecio ma che poi vi ha rinunciato perché il presidente Fabbri, che si incontrerà con il sindaco di Saludecio il prossimo 28 dicembre, ha ipotizzato una soluzione condivisa.


Come detto, il dibattito pur non risparmiando critiche e giudizi anche pesanti si è svolto in un clima politicamente corretto. Ogni gruppo ha portato il proprio contributo e il presidente Fabbri ha rimarcato questa caratteristica durante il suo intervento non prima di aver dato un annuncio importante e cioè l’avvenuta certificazione dell’aeroporto di Rimini. Affrontando i temi caldi, Fabbri ha voluto ricordare che i dati sulla qualità della vita dei riminesi preoccupano un po’ e che dunque occorre un salto in avanti deciso su integrazione, sviluppo e innovazione. Ha poi spiegato che Fiera, Palacongressi, università, Trc e aeroporto sono scelte non di settore ma di sistema. “Significa – ha detto – che i nostri figli avranno un futuro se creiamo per loro un ambiente in cui si lavora”.


Parlando del bilancio, il presidente ha rivolto una critica anche ai tagli imposti dalla Finanziaria, ma ha ipotizzato un nuovo strumento per andare oltre un bilancio stretto: la carta vincente potrebbe essere una spa per gli investimenti di questa Provincia. Sul problema di Rifondazione, Fabbri ha detto che si tratta di un problema politico e non di persone. Infine ha chiesto anche alla minoranza di collaborare sulle grandi questioni.

Il voto: tutta la maggioranza a favore, compreso il consigliere Antonio Padalino, contro Rifondazione, An e Forza Italia.


Via libera anche al Palacongressi, alla presenza del presidente della Fiera Lorenzo Cagnoni, che ha illustrato il progetto respingendo sdegnosamente l’accusa di aver acceso un cospicuo motore immobiliare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assenti i consiglieri di Rifondazione Pizzagalli e Conti (che hanno chiesto la verifica del numero legale), assente anche Di Lorenzo più tardi rientrato per votare contro, il Palacongressi è stato approvato dai consiglieri diessini e Margherita, astenuto il Verde Garattoni, astenuta Fi e contrari Di Lorenzo e Padalino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -