Rimini Yacht, la madre di Giulio Lolli chiede la restituzione dei suoi beni

Rimini Yacht, la madre di Giulio Lolli chiede la restituzione dei suoi beni

Rimini Yacht, la madre di Giulio Lolli chiede la restituzione dei suoi beni

RIMINI - La madre di Giulio Lolli - l'imprenditore bertinorese in carcere a Tripoli con le accuse di associazione per delinquere, truffa, appropriazione indebita, falso e riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Rimini sulla "Rimini Yacht" - ha chiesto attraverso il suo legale, l'avvocato Giovanni Principato del foro di Forlì, il dissequestro dei otto quadri del ‘600-‘700, decine di mobili antichi e gioielli antichi che le sono stati bloccati.

 

Il valore dei beni ammonta ad alcuni milioni di euro. Il patrimonio, trovato al broker siciliano Elenio Arcifa, sarebbe stato ereditato nel 1996 dal suo convivente, un ricco bolognese che aveva nominato la donna come unica erede attraverso un testamento olografo. Arcifa intanto è stato interrogato nuovamente martedì. La madre di Lolli ha smentito tramite l'avvocato al ‘Corriere Romagna' di aver avuto incontrato l'ex amico di Lolli in un supermercato a Forlimpopoli.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -