Rimini Yacht, nuova accusa per Lolli: estorsione pluriaggravata

Rimini Yacht, nuova accusa per Lolli: estorsione pluriaggravata

Rimini Yacht, nuova accusa per Lolli: estorsione pluriaggravata

RIMINI - Spunta una nuova accusa nei confronti dell'imprenditore nautico Giulio Lolli, al centro dell'inchiesta Rimini Yacht sulle truffe degli yacht coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani. Lolli, di cui si sono perse ogni tracce dal 17 maggio scorso, dovrà rispondere anche di estorsione pluriaggravata. Secondo l'accusa, avrebbe minacciato una persona per costringerla a compiere degli atti necessari per la realizzazione dei suoi progetti.

 

Questa persona è stata ascoltata dagli inquirenti. Lolli è anche accusato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe, falso, appropriazione indebita e riciclaggio. Giovedì è stato interrogato un indagato, un sammarinese di 44 anni, amministratore uno di una società di noleggio legata all'imprenditore bolognese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -