Rimini 'scippa' Wind Jet a Forlì, è guerra tra le istituzioni

Rimini 'scippa' Wind Jet a Forlì, è guerra tra le istituzioni

Rimini 'scippa' Wind Jet a Forlì, è guerra tra le istituzioni

Si torna sulla questione Wind Jet, forse con toni meno accesi, ma senza cambiare i concetti. "Aeradria ha perseguito un'iniziativa propria, con l'aggravante del consenso dei suoi azionisti pubblici. Un doppio gioco inaccettabile, che ha senso solo nella logica meschina della guerra di campanile", sono le dichiarazioni congiunte del Sindaco di Forlì, Roberto Balzani, il presidente della Provincia Forlì-Cesena, Massimo Bulbi e del vice-presidente, Guglielmo Russo. Insomma tutti per uno.

 

Istituzioni 'contro' istituzioni, dopo la reazione di quelle riminesi allo scippo di Wind Jet: "Il punto della questione, che sembra sfuggire alle istituzioni riminesi nelle loro reazioni di ieri, non sta tanto nella logica mercantile, o pseudo-mercantile, di un vettore che passa da un aeroporto ad un altro: ci si era tutti impegnati, al cospetto dell'Assessore regionale Peri, a cooperare per far fare un salto di qualità al sistema regionale, tentando finalmente la via dell'integrazione delle piste (a parole auspicata da tutti!), magari supportati da un forte partner privato. Ma ciò non poteva che avvenire coeteris paribus, senza alterare i rapporti esistenti mentre era in corso tale difficile trattativa".

 

L'Area Vasta per Forlì resta 'bloccata', lo ribadiscono gli amministratori riconfermando " il congelamento della partecipazione ai cosiddetti tavoli di area vasta, dalle partecipate alle aziende erogatrici di servizi: che senso avrebbero essi, se poi le trattative vere avvengono altrove?". Da Provincia e Comune arriva anche la richiesta di una "esplicita ridefinizione di un assetto territoriale in grado di ristabilire una relazione fiduciaria fra le parti, con tanto di regole e di impegni scritti, e di analisi condivise a supporto delle decisioni. L'area vasta non può essere il frutto delle chiacchiere fra qualche sindaco e qualche presidente di provincia, senza verbali e senza verifiche".

 

Integrazione necessaria: "Il territorio forlivese, pur profondamente ferito, crede fermamente che sia essenziale muoversi verso l'integrazione, come pure cerca di fare la Regione: e non si tirerà indietro di fronte a ipotesi serie, ad atteggiamenti responsabili, ad accordi senza riserve mentali. Ma ci vuole un grande, radicale, profondo cambiamento. Il territorio forlivese chiede trasparenza e serietà, proprio in nome dell'area vasta, e pensa che la presente, triste situazione possa essere un'opportunità preziosa per fare i conti con una mentalità arretrata che non ha più senso di esistere, in Romagna come altrove. Queste cose, Balzani, Bulbi e Russo le ripeteranno fin da mercoledì in Regione, consapevoli che ai cittadini, in ultima istanza, essi devono rendere conto".

 

Nessuna fiducia nella presidenza Seaf: "Per ciò che riguarda le modalità con cui il passaggio a Rimini di Wind Jet si è consumato ed è stato reso noto, i sottoscritti, al di là del rammarico profondo per essere stati tagliati fuori clamorosamente dalla catena della comunicazione, ribadiscono che, per quanto riguarda la presidenza Seaf, è evidentemente al capolinea un rapporto fiduciario, di cui l'interessato auspicano si renda consapevole il prima possibile".

 

Regione, dubbi sull'assessore Melucci: "Per quanto riguarda il livello regionale, mentre è chiara l'estraneità dell'Assessore Peri e del Presidente Vasco Errani, ai quali confermiamo la nostra stima e fiducia, benché anche loro ridotti al rango di spettatori, maggiori dubbi nutrono nei riguardi dell'Assessore Melucci, rappresentante di Rimini in tutti i tavoli in cui si è discussa la partita e perciò con maggiore probabilità protagonista di questo clamoroso autogol, reso alla squadra di cui dovrebbe portare i colori: quella, cioè, che gioca per rendere il territorio regionale più coeso, non più diviso e contrapposto".

 

"Ma ci sarà tempo e modo per capire meglio, in futuro. Di sicuro, Comune di Forlì e Provincia di Forlì-Cesena non staranno zitti e non staranno a guardare"

 

 

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    @ rob Hey per favore calmati ... 1) Leggi il mio post, io le parole "area vasta" non le ho utilizzate neanche una volta, e per un motivo molto semplice: non so neanche che cappero sia quest'area vasta e a cosa serva da un punto di vista funzionale. Le prime 7 righe della tua risposta non possono essere rivolte a me. 2) E sono d'accordo con te che wind debba andare dove vuole, anche a Rimini anche a Premilcuore, per l'amor di Dio. Windjet è un privato e segue solo il profitto. E' giusto che sia così, anche quando va a scapito mio / della mia città. 3) Aeradria e Masini ? Non ne ho idea, io non ho mai citato né la Masini né Aeradria nel mio post. Anche in quel caso, però, per me era compito della regione far dialogare per un vero o per l'altro due galli nel pollaio. 4) Soldi pubblici ? CERTO! Sono soldi (anche) "tuoi" quelli usati per gli aeroporti di forlì, rimini, sapro, ausl e tutto il resto, rob. Ma la cosa che trovo oltremodo sconcia e che due aeroporti usino soldi TUOI per fare a gara a chi paga di più un privato. E' come se due meretrici facessero a gara per pagare un cliente (absit iniuria verbis): è una cosa che non ha senso DUE VOLTE !!! 3) Vabbè, la frase era brutta perchè la parte forlivese di me un po' si è rivoltata, ma la regione /Errani deve dire: "Forlì, Rimini, vi state litigando windjet ? Di quanti voli si parla ? 10 ? 100 ? Allora 7 volano a forlì e 3 a rimini ... o viceversa ... o ... quello che è ... però smettete di farvi la guerra con i soldi di rob, e di tutti gli altri che leggono questo post che poi finisce che chi ci guadagna è solo windjet e i suoi azionisti.". I consiglieri romagnoli adesso devono fare lobbing su Errani perchè faccia il Tremonti della situazione (possibilmente un po'meno Jason Voorhead dell'originale ... ;-) ). Poi, rob, per favore, tieni conto che c'è anche una procedura di privatizzazione in corso a Forlì. 'sta cosa che viene fuori proprio adesso, sembra un po' un attacco a Pearl harbor, ecco ...

  • Avatar anonimo di sefossi
    sefossi

    E il consigliere regionale Tiziano Alessandrini ? L'uomo che in campagna elettorale era così legato al territotio?.......che non ci venga a raccontare che non sapeva nulla, perchè se così fosse sarebbe doppiamente colpevole......o è gia distratto perchè impegnato nella ricerca di un'altra poltrona......

  • Avatar anonimo di lorenz
    lorenz

    lo stipendio a rusticali che glielo diamo a fare?? io sto finendo l'università e nel mio futuro vedo solo ombre, a questo quando ha finito di fare il sindaco e il cardiologo subito gli han dato la prima poltrona libera..ma per favore e poi criticate berlusconi, la gelmini, ecc ma fatevi un c..o di analisi di coscienza su come siete messi voi!!! è questa la gente che ci meritiamo!! il malcostume è lo stesso da bolzano a canicattì.. sempre piegati ai diktat di partito che vengon dall'alto, a furlè lo prendiam sempre nel c.... Forlì, soli contro tutti

  • Avatar anonimo di rob
    rob

    Ps: 10 anni fa Ryanair lascio rimini per forli ma chiaramente questa è tutta un'altra storia .. o no?

  • Avatar anonimo di rob
    rob

    @J.Dorian Penso che tu non hai ancora capito come stanno le cose; prima di tutto come ho già ribadito e detto piu' volte a rimini di area vasta non c'è niente (vedi romagnaacque, vedi laboratorio pievesestina, vedi 118 ravenna, vedi cer a ravenna vedi consorzio bonifiche, vedi consorzio agrario di forli cesena e rimini a forli ecc.ecc.). Rimini è sempre stata la città piu' penalizzata in un'ottica di area vasta quindi di cosa parliamo? Se seaf taglia e wind non vuole rimanere se va da tutte le parti va bene ma non a rimini? E' stata aeradria che nel 2007 aveva chiesto un agreement e l'allora sindaco masini ha sbattuto la porta in faccia ma di cosa si sta parlando? Si parla di soldi pubblici; ma si sa che la regione e quindi anche io con le mie tasse è proprietaria del 30% dell'aeroporto? dove è sapro, l'ausl, ecc.ecc.ecc.. Oltretutto frase bruttissima... la regione deve tenere a catena i riminesi in che cosa? Ma per favore smettiamola di cose macchiavelliche e che ognuno guardi nel proprio pagliaio prima di guardare nell'occhio degli altri.

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Credo che in realtà il commento più equilibrato fra quelli espressi venga da un noto esponente politico. Provo a ricapitolare i fatti: 1) L'aeroporto di Forlì è in via di privatizzazione. Tutti (chi più chi meno, ma tutti) si sono fatti un mazzo tanto per le licenze, le procedure, etc ... Privatizzare significa vendere e chiudere una pagina dolorosa dal punto di vista gestionale. Per gli attuali soci (comune incluso) più si ricava dalla vendita, meglio è. Una operazione come quella riminese di fatto è una turbativa che, bene bene che vada, ci toglie una barca di soldi in sede di privatizzazione (li toglie a Forlì). 2) Windjet vola a Rimini non per amore di Fellini, ma perché la pagano di più. E' una meretrice che si vende al miglior offerente. Come darle torto ? E' il suo lavoro ed è il mercato. Il problema è che stanno usando soldi pubblici. Ora, non che questo sia rivoluzionario nel nostro sistema ... ma ogni limite ha la sua pazienza. Politicamente ? Rusticali non c'entra niente, e questo tiro al piccione è vergognoso, soprattutto se viene da sinistra. Com'è ? Fu votato dal 60% dei forlivesi a sindaco e lì non c'erano problemi ... poi adesso si scopre che un cardiologo deve fare solo il dottore ??? ... ma via. Io penso che la responsabilità, se c'è, è solo della regione e solo Errani può tenere alla catena i riminesi (se vuole) tagliando al comune e alla provincia come Tremonti taglia con le regioni. Balzani, brava persona, non conta niente e da bravo outsider mai conterà nel PD regionale. ma non credo che Errani farà niente: un po' perchè gode a vedere le province di romagna fare a botte, e un po' perchè pur di mandare a carte 48 un progetto dove c'è stato anche (ma non solo) lo zampino della lega sarebbe disposto a sfasciare tutto. Muoia sansone e tutti i filistei. Credo che politicamente, la palla passi ai consiglieri romagnoli a Bologna. Come Pini ha titillato Castelli per la licenza, così loro devono titillare Errani. Ora o mai più. Ne sono in grado ?

  • Avatar anonimo di schietto
    schietto

    Una cosa va detta con chiarezza: dell'aeroporto si può fare di tutto, tranne che una cosa: le MERCI. Le merci non girano in aereo, ma in nave. Trasportare merci per via aerea è la cosa più anti-economica e inquinante in termini di inquinamento prodotto per kg trasportato. E' un'idea folle, che coccia contro ogni idea di "km zero". In secondo luogo gli aerei merci sono vecchi, scassoni e rumorosi e pericolosi e non bisogna dimenticare che mezza città è nel cono di atterraggio. perché di tutto si dice di sto aeroporto tranne che il discorso principale: la sicurezza

  • Avatar anonimo di Caplaz
    Caplaz

    fAR CAPIRE AI SOLITI SFASCISTI LA QUESTIONE AEROPORTO, NON è COSA FACILE.RUSTICALI C'ENTGRA RELATIVAMENTE.LA RESPONSABILITA' VERA VA ASCRITTA ALLA INTELLIGHENZIA BOLOGNESE DI VIA A. MORO.C'è DA DIRE PERO' CHE IL RIDOLFI ANDRFEBBE MEGLIO SOTTO TUTTI GLI ASPETTI, SE VENISSE UTILIZZATO PER VOLI CARGO VERSO ILNORD EUROPA E CANADA, PER TRASPPORTI NON STOP DI PRODOTTI AGRICOLI REGIONALI: DAL BUON VINO ALLE CARNI DI POLLO E CONIGLIO, FINO AGLI ORTOFRUTTICOLI DEL SETTORE CESENATE.NON VUOLE ESSERE QUESTA UNA RISPOSTA INNOVATIVA, MA UNA REALTA' CHE SI POTREBBE CONCRETIZARE IN TEMPI RELATIVAMENTE BREVI.ANCHE BALZANI E MATTEUCCI CONCORDEREBBERO ALMENO PER ORA SU QUESTA PROPOSTA A QUANTO MI RISULTA

  • Avatar anonimo di Caplaz
    Caplaz

    fAR CAPIRE AI SOLITI SFASCISTI LA QUESTIONE AEROPORTO, NON è COSA FACILE.RUSTICALI C'ENTGRA RELATIVAMENTE.LA RESPONSABILITA' VERA VA ASCRITTA ALLA INTELLIGHENZIA BOLOGNESE DI VIA A. MORO.C'è DA DIRE PERO' CHE IL RIDOLFI ANDRFEBBE MEGLIO SOTTO TUTTI GLI ASPETTI, SE VENISSE UTILIZZATO PER VOLI CARGO VERSO ILNORD EUROPA E CANADA, PER TRASPPORTI NON STOP DI PRODOTTI AGRICOLI REGIONALI: DAL BUON VINO ALLE CARNI DI POLLO E CONIGLIO, FINO AGLI ORTOFRUTTICOLI DEL SETTORE CESENATE.NON VUOLE ESSERE QUESTA UNA RISPOSTA INNOVATIVA, MA UNA REALTA' CHE SI POTREBBE CONCRETIZARE IN TEMPI RELATIVAMENTE BREVI.

  • Avatar anonimo di Caplaz
    Caplaz

    Dai da capire ai soliti sfascisti il perchè di questa operazione, non è cosa facile. Soltanto una cosa però va detta, il Ridolfi meglio urilizzarlo per i voli cargo per trasporti al nord Europa e CANADA DEI NOSTRI PRODOTTI AGFRICOLI:DAL BUON VINO ALLE CARNI DI POLLO E CONIGLIO

  • Avatar anonimo di FrancoSe
    FrancoSe

    Rusticali, te ne dovevi già essere andato!

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    dico solo che se un cardiologo è il presidente della societa di gestione di un aeroporto per forza si perdono soldi e investimenti. solito riciclo di poltrone...rusticali vattene per favore!!!

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    AUSL: 60 milioni di euro. SAPRO: 100 milioni di euro. Aeroporto Ridolfi: 6/7 milioni di euro all'anno. Vedere ex comunisti forlivesi litigare con ex comunisti riminesi che fanno affari migliori adeguandosi (meglio tardi che mai) ai meccanismi del mercato libero: non ha prezzo. Per tutto il resto c'è Mastercard.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -