Rinnovare la pubblica amministrazione, Cesena in collaborazione con il Politecnico di Milano

Rinnovare la pubblica amministrazione, Cesena in collaborazione con il Politecnico di Milano

Rinnovare la pubblica amministrazione, Cesena in collaborazione con il Politecnico di Milano

Il Comune di Cesena si accinge a stringere un accordo di collaborazione con il Politecnico di Milano per un supporto nell'attività di coordinamento del progetto nazionale Eli4u. Il progetto, che mira a definire metodologie e strumenti innovativi per migliorare i servizi rivolti alla cittadinanza, vede il coinvolgimento di 20 comuni (tra essi Firenze, Milano, Venezia, Padova, Parma, Udine, Brescia, Bergamo, Bologna, Piacenza, Livorno), per un bacino di utenza di circa 4 milioni di abitanti.

 

Questo rappresenta uno dei programmi più rilevanti in corso per il rinnovamento della Pubblica Amministrazione degli enti locali. Per questo si è visto assegnare un finanziamento di 1 milione 500mila euro dal Dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie locali nell'ambito del programma Elisa (Enti locali Innovazioni di Sistema).

 

"Al Comune di Cesena - sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e il direttore generale del Comune di Cesena Vittorio Severi - è stato affidato l'incarico di capofila del progetto e in questa veste, nel settembre scorso, abbiamo siglato la convenzione con il Dipartimento degli Affari Regionali, assumendo una serie di compiti per l'implementazione del progetto, molto ampio e articolato. Infatti, Eli4u si occuperà di definire gli strumenti per la pianificazione e programmazione, gli strumenti per l'interrelazione con il cittadino, il fascicolo elettronico del cittadino, la banca dati della conoscenza dell'ente locale e un sistema di gestione dei procedimenti, gli strumenti di comunicazione, i prodotti per la georeferenziazione delle scuole, i sistemi di rilevazione e analisi della qualità erogata, i sistemi integrati di rilevazione e valutazione degli interventi sul territorio. Ora stiamo per entrare nella fase più propriamente operativa, e per svilupparla adeguatamente in tutte le sue parti (alcune delle quali particolarmente complesse), abbiamo deciso di avvalersi delle competenze dello staff del Politecnico, dal momento che proprio questa Università rappresenta una delle punte di diamante nello sviluppo di iniziative volte a diffondere nel sistema delle Pubbliche amministrazioni di nuovi modelli organizzativi e tecnologici a partire dalle esperienze maturate nell'ambito dell'e-government. Non a caso, alla stessa struttura universitaria è stata affidato il compito di supportare il coordinamento di un altro importante progetto inserito nel programma Elisa: si tratta del progetto Elistat, che vede come capofila la Provincia di Brescia".

 

Più specificamente, gli esperti del Politecnico affiancheranno lo staff del Comune di Cesena nella progettazione esecutiva, nel coordinamento amministrativo, strategico e organizzativo, nel supporto metodologico e statistico, nella comunicazione e promozione del progetto. Il gruppo di lavoro sarà guidato dal professor Giuliano Noci, ordinario di Marketing presso il Politecnico di Milano e sarà composto da sei ingegneri gestionali con un'esperienza pluriennale nella conduzione di progetti complessi di innovazione nella PA. Da un punto di vista finanziario, l'intervento del Politecnico prevede un costo di 216mila euro, completamente coperti dal finanziamento erogato dal Ministero.

 

E intanto, per fare il punto del lavoro svolto finora, in vista del termine per adeguarsi ai sistemi di valutazione stabiliti dalla riforma per l'innovazione della Pubblica Amministrazione (31 dicembre 2010), il Comune di Cesena promuoverà il prossimo 12 novembre un incontro con tutti i Comuni coinvolti nel progetto ELi4U e quelli che hanno aderito all'attività dell'ufficio associato per la prevenzione e la gestione del contenzioso di lavoro.

 

"L'incontro - sottolineano il Sindaco il direttore generale del Comune di Cesena Vittorio Severi - sarà occasione per confrontarsi sui percorsi e gli strumenti più adatti per fare in modo che la riforma diventi l'occasione per ripensare le nostre Amministrazioni e gli obiettivi di mandato, e per valorizzarne le potenzialità".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -