Riolo Terme, un incontro per conoscere i segreti della Vena del Gesso Romagnola

Riolo Terme, un incontro per conoscere i segreti della Vena del Gesso Romagnola

RIOLO TERME - Un incontro per conoscere uno dei più importanti segreti ipogei custoditi all'interno del Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola. Venerdì 17 dicembre 2010, a partire dalle ore 20.30 presso l'Auditorium di S. Umiltà, in via Pascoli 15 a Faenza, si terrà la presentazione del volume dedicato all'Operazione Stella-Basino, programma di ricerca condotto dalla Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia-Romagna e dal Parco della Vena del Gesso.

Il complesso Stella-Basino, posto nella Vena del Gesso romagnola a cavallo dei territori comunali di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme, va considerato uno dei maggiori sistemi carsici nei gessi a livello europeo. Il volume costituisce il coronamento di due anni di ricerche corali dedicate a tale grotta, organizzate dalla Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia-Romagna in collaborazione con il Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna e sotto l'egida del Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola.

 

Uno studio il cui approccio è stato multidisciplinare, e ha riguardato sia la parte superficiale che sotterranea del sistema carsico. I contributi pubblicati spaziano quindi dalla geologia, alla speleologia, alla biologia, a temi di geografia umana. Per quanto riguarda la parte geo-speleologica, sono stati attivamente coinvolti i Dipartimenti di Scienze della Terra delle Università di Bologna e di Modena-Reggio Emilia.

La monografia, edita nel 2010 (oltre 250 pagine a colori, Grafiche A&B, Bologna), riassume le varie tappe esplorative del complesso (oggi noto per uno sviluppo totale di ben 5 chilometri) e illustra le nuove acquisizioni (tra le altre, grandi colonie di pipistrelli al suo interno, presenza di rari anfibi e mammiferi nei pressi della risorgente, ecc.).

All'incontro interverranno il presidente del Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, Eugenio Fusignani, Piero Lucci della Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia-Romagna, Roberto Evilio del Gruppo Speleologico Faentino, Paolo Forti e Stefano Piastra dell'Università di Bologna, i naturalisti Sandro Bassi e Massimo Bertozzi. Presiede l'incontro Massimo Ercolani, presidente della Federazione Speleologica Regionale dell'Emilia-Romagna 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -