Risparmio, crescono del 10% i libretti postali

Risparmio, crescono del 10% i libretti postali

FORLI' - Sono sempre più numerosi i risparmiatori romagnoli che decidono di mettere al sicuro i propri soldi nei libretti di risparmio postale. Dai dati aggiornati ad ottobre, nelle province di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena risulta infatti che il numero dei libretti aperti è aumentato nell'ultimo anno di circa il 10%, passando rispettivamente da 74.200  agli attuali 79.800 (Rimini), da 48.100 a 53.300 (Ravenna) e da 66.300 a 73.100 (Forlì-Cesena).

 

Poste Italiane, inoltre, celebra la Giornata Mondiale del Risparmio del 31 ottobre con un'importante novità: da sabato 1° novembre, il rendimento dei libretti di risparmio salirà al 2,20% lordo (+0,20%). Particolarmente interessante il libretto per i minori di 18 anni, disponibile in tre tipologie a seconda della fascia di età. Possono essere aperti dai genitori congiuntamente (o dal genitore che eserciti in via esclusiva la potestà) con un versamento minimo di soli 10 euro ed avranno un tasso di interesse di 0,65 punti superiore a quello fissato per i libretti di risparmio ordinari. Il rendimento sale infatti dal 1° novembre al 2,85% lordo.

Il libretto postale è uno strumento utilissimo anche per i pensionati che possono richiedere gratuitamente l'accreditamento di ogni tipo di vitalizio fin dal primo giorno del mese.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Massima sicurezza e garanzia dello Stato anche per i risparmiatori romagnoli che scelgono i Buoni Fruttiferi, distribuiti in sei tipologie differenti in esclusiva da Poste Italiane, per conto della Cassa Depositi e Prestiti (istituto emittente), in tutti gli uffici postali. Non hanno spese di emissione, gestione o incasso e la ritenuta fiscale è del 12,50%. Costituiscono una forma di investimento a medio e lungo termine e garantiscono sempre la restituzione del capitale investito. Il titolare può chiederne in ogni momento il rimborso con gli interessi maturati attraverso il meccanismo di capitalizzazione di tipo composto. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -