Risparmio energetico e fonti rinnovabili in fiera a Cesena

Risparmio energetico e fonti rinnovabili in fiera a Cesena

E’ possibile diminuire i consumi derivanti dal fossile, come petrolio e carbone, e incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili? E’ principalmente a queste domande che la terza edizione di Agrofer, il Salone delle Agroenergie, Risparmio Energetico e Bioedilizia, in programma al quartiere fieristico di Cesena da venerdì 28 a domenica 30, cercherà di dare delle risposte concrete. Una rassegna rivolta anche all’agricoltura, per la produzione di energia da biomassa


AGROFER, è una mostra-esposizione delle Energie da Fonti Rinnovabili (FER), e nello stesso tempo è anche lo “spazio” dove chiunque, dal cittadino allo studente, può vedere, capire e farsi spiegare come usare le energie rinnovabili, come applicarle e come convertire i propri impianti.


Non a caso la rassegna si apre venerdì 28 marzo con il Convegno “Fonti rinnovabili e risparmio energetico: dal Piano Energetico dell’Emilia-Romagna ai piani territoriali” che verrà aperto (ore 9.30 Sala Europa) dalla relazione di Massimo Cenerini, responsabile del servizio Politiche energetiche regionale. In Emilia Romagna autoproduciamo solo il 30% dei 18 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio che consumiamo. Pertanto il Piano Energetico Regionale vuole attuare una politica energetica per ulteriori cali dei consumi di fonte fossile al fine di assumere gli obiettivi dell’Unione Europea di riduzione delle emissioni nocive del 20% al 2020 (rispetto al 1990), di riduzione del consumo di energia del 20% al 2020, con un contributo delle energie da fonti rinnovabili pari al 20%.


Al Convegno saranno portate le esperienze di Bologna, Faenza e Bibbiano, il Direttore dell’Assessorato all’Agricoltura presenterà gli interventi nel settore agricolo e verranno esaminati anche i certificati verdi e bianchi (Marco Pezzaglia – Authority per l’energia elettrica e il gas di Milano).


AGROFER è una rassegna, unica in questo settore nell’area adriatica, perché è rivolta anche all’agricoltura, con proposte ed indicazioni per il risparmio energetico (comprendendo la bioedilizia) e per la produzione di energia da biomassa.


Per tutti (cittadini ed imprese) all’interno dei padiglioni espositivi si trova un ENERGY INFO POINT, dove si possono avere materiali stampati e informazioni sulle varie forme di risparmio energetico, su come orientarsi nella richiesta di agevolazioni e sgravi fiscali. Inoltre si potranno avere consigli su quali fonti rinnovabili sono pèiù adatte, oppure sulle nuove norme che indicano di costruire gli edifici in base a precise regole per il risparmio energetico. L’Info point è “gestito” da Cise, AGESS e OP Power Energy, con il coordinamento di Regione Emilia Romagna e Camera di Commercio di Forlì Cesena.


Agrofer si rivolge anche alle scuole e fra le varie proposte, solo venerdì 28, sono stati organizzati dei laboratori didattici rivolti alle Medie inferiori e curati da PAEA di Reggio Emilia. Tramite la valigetta E check verranno misurati i consumi di elettrodomestici e casalinghi all’interno di una prospettiva di educare i più giovani al risparmio energetico (ad esempio non lasciando tv e radio in stand by) e di fornire supporti didattici alle scuole.
In alcuni punti sarà possibile ritirare i kit del risparmio energetico (frangiflusso per rubinetti e lampadine a basso consumo).



Il programma di venerdì 28 marzo

Alle ore 15.30, in Sala Europa, si terrà il Workshop“Nuovi standard di rendimento energetico: verso la certificazione energetica degli edifici in Emilia-Romagna” cui partecipa anche CNA Econaturale che ha predisposto un’ampia area espositiva per la bioedilizia; mentre alle 14.30 in Sala Verde è stato organizzato il Convegno “I biocarburanti: limiti, prospettive, opportunità”, introdotto da GianLuca Bagnara, Assessore provinciale, vedrà, fra l’altro, la presentazione del progetto BETTER, poi, alle 15, si parlerà dei “I tre principali aspetti del biodiesel in: Italia, Bulgaria, Grecia, Polonia, Ungheria” e a partire dalle 16.40, assumerà la forma di Tavola Rotonda su "L'Europa ci chiama ad utilizzare i biocarburanti. In Italia abbiamo il biodiesel. Come fare ad incrementarne l’uso?” che, moderata da Giovanni Riva docente universitario e Direttore del Comitato termotecnica Italiano, si avvarrà degli interventi di Formula Servizi, Legacoop, Hera, Cereal Docks, Assocostieri e del Mobility Manager della regione.


Da segnare in agenda: sabato 29 marzo alle ore 10.30 si potrà ammirare una sfilata con abiti creati con materiali di riciclo.


AGROFER, è organizzata da Cesena Fiera e Centrale-Sperimentazioni Servizi Agroambientali, con il sostegno di Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Comune di Cesena, Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, Cassa di Risparmio di Forlì, Gruppo Hera, C.R.E., GAL Altra Romagna, Romagna Acque, il patrocinio di Comune di Forlì, Provincia di Ravenna, Camera di Commercio di Ravenna, Conav, ed il supporto di C.R.P.V, Centuria-Rit, AGESS, C.I.S.E, ENEA, Istituto Nazionale di Bioarchitettura, CNA Econaturale, Pesea.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -