Rocca San Casciano, gara podistica: vince un ragazzo di Modigliana

Rocca San Casciano, gara podistica: vince un ragazzo di Modigliana

Il giovane Enrico Bellini di Modigliana, del gruppo Golden Rimini, è il vincitore della prima corsa podistica "Correndo per Rocca", organizzata l'altra sera a Rocca San Casciano dal gruppo "Rocca Runner", nell'ambito della Festa dello Sport dell'Unione Sportiva Rocchigiana. Ma i veri protagonisti della manifestazione, cui ha partecipato un centinaio di atleti del paese, delle vallate e della Romagna, sono stati il sindaco, Rosaria Tassinari, e l'ex cappellano del paese, don Davide Bruschini, ora parroco di Premilcuore, entrambi in scarpette e tuta da ginnastica. Il sindaco ha corso per il gruppo locale "Rocca Runner", col numero 20 sul petto, aprendo la manifestazione e inseguendo il gruppo per le vie del paese. Racconta divertito il primo cittadino: "Pur non essendo allenata, ho partecipato volentieri alla manifestazione che non è solo un modo per fare sport, ma anche per stare insieme in serenità e allegria. Insieme a me hanno corso anche gli assessori Giovanni Pazzi ed Emanuele Pini, mentre l'assessore Riccardo Ragazzini era fra gli organizzatori." Spiega il responsabile di "Rocca Runner", Sandro Bertini: "Siamo contenti che l'iniziativa sia riuscita bene, grazie alla partecipazione di tutto il paese e anche di tanti giovani che ci hanno dato una mano nell'organizzazione." Alle spalle di Enrico Bellini, si sono piazzati fra i maschi Norves Lazzarini dell'Avis Forlì al secondo posto e Michele Viroli dell'Atletica Forlì al terzo. Anna Spagnoli dell'Avis Forlì si è classificata prima fra le donne, seguita da Monica Casadio e Maria Ianno. Il primo rocchigiano dei Runner è stato Danilo Fabbri, detto Grillo, premiato col trofeo speciale per meriti sportivi. Grillo, infatti, è un maratoneta che si è distinto in varie manifestazioni, fra cui la 100 Km del Passatore Firenze-Faenza, percorsa in 9 ore e 17 minuti, e il terzo posto nel 2007 nel Trittico di Romagna. La prima donna di Rocca a tagliare il traguardo è stata Alia Karibaeva, una signora del Kazakistan sposata in paese. "Un ringraziamento particolare -conclude Bertini- va al Circolo San Cassiano che si è adoperato per garantire la cena a oltre 300 ospiti e partecipanti."  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -