Rocca San Casciano, gli scout chiedono al Comune di ripulire il parco pubblico

Rocca San Casciano, gli scout chiedono al Comune di ripulire il parco pubblico

ROCCA SAN CASCIANO - "Signor sindaco, proponiamo al consiglio comunale di sistemare i giochi del parco pubblico, in particolare togliere le scritte volgari che imbrattano lo scivolo e sulla torre di legno, di riverniciare le parti scolorite e di fare alcune piccole riparazioni ai sedili dell'altalena." La proposta della "squadriglia dei lupi" degli scout di Rocca San Casciano è stata letta dal capo squadriglia Mattia Mazzavillani martedì sera in consiglio comunale, che l'ha approvata all'unanimità. Armati di cartavetrata, spazzole, tempera e attrezzi, i seguaci di Baden Powell risistemeranno i giochi dei bambini nel parco pubblico, per tutti il Bosco, "un'impresa per il nostro paese, perché i giochi sono frequentati dai bambini piccoli, costretti a subire le parole volgari."

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa vuole "lanciare un messaggio ai ragazzi coetanei, affinché ci sia più rispetto delle cose che appartengono a tutti." A nome del consiglio comunale, il sindaco Rosaria Tassinari ha ringraziato gli scout per l'iniziativa, "che mette in evidenza la grande sensibilità civile degli scout verso il bene comune, l'impegno per la formazione educativa dei giovani e i valori della fratellanza e dell'attaccamento al proprio paese e territorio." Commenta il caporeparto maschile, Emanuele Scarpi:"Il programma formativo degli scout prevede ogni anno varie attività, da noi chiamate imprese o missioni. Per il 2011 abbiamo scelto l'impresa civitas, un servizio dedicato alla società civile, come appunto la pulizia e risistemazione dei giochi nel parco pubblico del nostro paese." Il Gruppo Scout Rocca San Casciano nasce nel 1924 (inaugurato il 6 gennaio 1924 e registrato nei Ruoli dell'Associazione il 22 luglio 1924), sotto la guida di Francesco Dotti e don Antonio Tabanelli. A causa delle leggi fasciste, le quali impedivano ogni tipo di associazionismo al di fuori di quello ufficiale del Partito, il Gruppo è sciolto. Risorge per alcuni anni dal 1947 al 1950, sotto la guida di don Elmo Montanari, cappellano della parrocchia, per poi riprendere nell'autunno del 1984, grazie ad un gruppo di adulti, in particolare Gigliola Greggi e Fausto Camporesi, spinti dall'entusiasmo trainante di Livio Biserni (Oliver), un giovane e intraprendente ragazzo, proveniente da un gruppo scout di Roma. Da allora il Gruppo ha avuto alti e bassi, con centinaia di ragazzi che hanno potuto mettersi in gioco sperimentando la vita scout. Il loro motto è: "semel scout, semper scout!" (scout una volta, scout per tutta la vita!). Attualmente il gruppo è formata da 60 persone, sotto la guida del capogruppo Massimiliano Fabbri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -